rotate-mobile
Cultura

Nasce a Pescara il collettivo di artisti "Crepa"

I fondatori del sodalizio artistico sono Davide Cocozza, Mauro di Berardino, Armando Di Nunzio e Tila Lara

Nasce a Pescara un nuovo collettivo di artisti, denominato "Crepa". I fondatori sono Davide Cocozza, Mauro di Berardino, Armando Di Nunzio e Tila Lara. Il nome deriva sia dalla pratica del "Kintsugi" che prevede l'uso di materiali preziosi per decorare le crepe di oggetti danneggiati, sia crepa intesa come rottura dei vecchi sistemi e schemi che fa nascere la vita ha spiegato Davide Cocozza.

Mauro Di Berardino, ha spiegato:

Eravamo quattro amici al bar come nella famosa canzone di Gino Paoli. Il gruppo mira alla creazione e diffusione di eventi di aggregazione al fine di diffondere l’importanza dell’arte e del suo linguaggio come salvezza dell’anima

Armando Di Nunzio, scultore e presidente de ‘Il Mandorlo’ ha aggiunto:

Il nostro è un collettivo eterogeneo in cui ognuno porta avanti il proprio discorso personale che non interferisce con il gruppo, ma al contrario lo arricchisce grazie all’influsso di differenti stili e combinazioni già collaudate in alcune collettive come quella di "SaveBiennale" nel 2018 e "PoPcon"nel 2019 che ci hanno visti collaborare insieme a 40 artisti nazionali ed internazionali tra cui ricordiamo il maestro Franco Summa ed il gallerista Cesare Manzo

La fotografa Tila Lara ha aggiunto che l'obiettivo è quello di riproporre "SaveBiennale", una rassegna d’arte contemporanea che abbraccia l’attualità. In SaveBiennale, gli artisti scelti sono chiamati a lavorare sul tema della salvezza, su cosa ognuno, salverebbe dell’attuale mondo per trasportarlo in uno nuovo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce a Pescara il collettivo di artisti "Crepa"

IlPescara è in caricamento