Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cultura

I bambini della scuola d’infanzia “Serendipity” sostengono la missione Take Me Back

Bambini che aiutano bambini: è il monito di questa particolare operazione di solidarietà e scambio culturale. I fondi raccolti dai piccoli alunni di Pescara serviranno per aiutare la scuola di Ambewela in Sri Lanka

Hanno dai tre ai cinque anni e frequentano la scuola dell’infanzia bilingue “Serendipity” di Pescara i piccoli sostenitori della missione Ambewela in Sri Lanka promossa da “Take Me Back” che ha come obiettivo l’acquisto di materiale scolastico, abbigliamento e computer per 220 bambini singalesi.

Bambini che aiutano bambini, è il monito di questa particolare operazione di solidarietà e scambio culturale che è avvenuta grazie a Martina, già sostenitrice di Take Me Back e insegnante nell’asilo bilingue. E' stata lei a mettere concretamente in contatto le due realtà per una bellissima iniziativa di collaborazione solidale.

E’ stata un’esperienza di arricchimento sia per noi maestre che per i nostri bambini – spiega Gisella D’Andrea a nome delle insegnanti della scuola materna – i bimbi hanno avuto un arricchimento emozionale, di cuore”. L’istituto privato, lo scorso Natale, come a Natale di ogni anno, ha organizzato un mercatino con lavori realizzati direttamente dai bambini. Solitamente i fondi ricavati dalla vendita dei lavoretti venivano usati per acquistare nuovi giochi per i piccoli alunni di Serendipity.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bambini della scuola d’infanzia “Serendipity” sostengono la missione Take Me Back

IlPescara è in caricamento