rotate-mobile
Cultura

49 anni fa la morte di Ennio Flaiano: Tiboni, "Un pescarese che rappresenta la storia del cinema"

La presidente dei Premi Internazionali Flaiano: "Potremmo ricordare in mille modi questo straordinario intellettuale del Novecento. Ennio Flaiano, pescarese, è la storia del cinema"

Quarantanove anni fa, cioè nel 1972, moriva a Roma Ennio Flaiano, indimenticato scrittore e sceneggiatore, collaboratore di Federico Fellini, che va sicuramente annoverato tra i nostri più illustri concittadini. Chi da sempre si occupa di portare avanti la sua memoria, nel ricordo e nell'elogio delle sue opere (non solo cinematografiche), è la famiglia Tiboni, prima tramite Edoardo, ideatore dei Premi Internazionali Flaiano, oggi attraverso la figlia Carla, che ha assunto l'incarico di presidente della storica rassegna culturale.

E proprio quest'ultima in una nota scrive: "Potremmo ricordare in mille modi questo straordinario intellettuale del Novecento. Ennio Flaiano, pescarese, è la storia del cinema". Poi, a tale riguardo, cita tutti i film di cui Flaiano ha firmato la sceneggiatura e spesso anche il soggetto, tra cui "Luci del varietà", "Guardie e ladri", "Lo sceicco bianco", "I vitelloni", "Vacanze romane", "La romana", "La strada", "Totò e Carolina", "Le notti di Cabiria", "La dolce vita", "Otto e mezzo" e "Giulietta degli spiriti". Insomma, un grandissimo personaggio, di cui il prossimo anno ricorrerrà il mezzo secolo dalla scomparsa. E anche questa, dunque, sarà una ricorrenza importante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

49 anni fa la morte di Ennio Flaiano: Tiboni, "Un pescarese che rappresenta la storia del cinema"

IlPescara è in caricamento