Domenica, 24 Ottobre 2021
Cultura Centro / Via Tiburtina Valeria, 386

La denuncia di Consorte: "La figlia di Iorio è conservata in maniera superficiale"

Il giovane fotografo e regista pescarese interviene sulle condizioni di alcune opere straordinarie di Francesco Paolo Michetti: "E' come andare al cinema e vedere i lati dello schermo coperti da un sipario teatrale"

Alessio Consorte, giovane fotografo e regista pescarese, interviene sulle condizioni di alcune opere straordinarie di Francesco Paolo Michetti.

"Sono rimasto colpito - afferma - dalla superficialità legata alla salvaguardia e alla conservazione dell'opera La figlia di Iorio del 1895, esposta nella Sala della Provincia di Pescara. A parte le luci fulminate nella zona di prospettiva dedicata alla preziosissima tela, le tende che ne coprono i lati sono degli elementi che disturbano e non restituiscono la piena visibilità del dipinto. Credo anche che non aiutino nella perfetta conservazione di questo bene identitario che ha ispirato anche la celebre tragedia di D'Annunzio. E' come andare al cinema e vedere i lati dello schermo coperti da un sipario teatrale".

Consorte da diversi anni sta sensibilizzando l'opinione pubblica verso la tutela delle radici storiche di Pescara attraverso il docufilm "Il Traghettatore" e prestigiose mostre fotografiche come "D'Annunzio & Friends" ospitata nella casa natale del poeta.

"Ma la mia preoccupazione maggiore riguarda le splendide tele ospitate nel Museo Michetti di Francavilla al Mare, Le Serpi e Gli Storpi. Sono quadri di grande dimensione che di anno in anno sono sempre meno nitidi e mostrano segni di annerimento. Credo che ci voglia al più presto un'attenta opera di pulizia e valorizzazione di due incredibili capolavori che tutto il mondo ci invidia. Diversi studiosi avevano fatto già notare il problema senza essere ascoltati. Il timore è che il processo di incuria possa danneggiare in modo irreversibile questi preziosi segni d'arte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di Consorte: "La figlia di Iorio è conservata in maniera superficiale"

IlPescara è in caricamento