menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Teatro Circus di Pescara va in scena "L'inganno"

Glauco Mauri e Roberto Sturno portano in scena, al Teatro Circus di Pescara, il testo teatrale di Anthony Shaffer "L'inganno". Il calendario degli spettacoli prevede tre rappresentazioni: martedi 23 febbraio alle 21, mercoledi 24 febbraio alle 17 e alle 21

Glauco Mauri e Roberto Sturno portano in scena, al Teatro Circus di Pescara, il testo teatrale di Anthony Shaffer "L'inganno". Il calendario degli spettacoli prevede tre rappresentazioni: martedi 23 febbraio alle 21, mercoledi 24 febbraio alle 17 e alle 21. Dopo "Delitto e castigo" di Dostoevskij, "Faust" di Goethe e "Il vangelo secondo Pilato" di Schmitt, Glauco Mauri e Roberto Sturno tornano ad indossare abiti moderni e ad attraversare e leggere i problemi della contemporaneità come l´immigrazione, il mutare dei rapporti umani, la tenuta dei valori.

Le scene sono di Giuliano Spinelli, i costumi di Simona Morresi, le musiche di Germano Mazzocchetti. La regia è di Glauco Mauri. La storia si basa su un gioco di inganni, di orgoglio, di vendetta, di due uomini per il possesso di una donna. Un gioco di investigazione, di doppi, di cinico umorismo, sul filo del mistero, della falsità, delle bugie. Un gioco all´ultimo sangue tra un famoso e ricco scrittore di gialli, chiuso nella sua casa dai mille trabocchetti, e l´amante della sua frivola moglie. Un gioco per la vittoria della mente più astuta.

Nel 1972 Anthony Shaffer ricevette il prestigioso "Premio Award" per la migliore commedia dell´anno "Sleuth" che cominciò così la sua fortunatissima carriera teatrale. "Sleuth" thriller-psicologico lo definì subito la critica, che nell´elaborazione di Glauco Mauri prende il titolo di "L'inganno", ebbe un tale succeso che fu, per ben due volte, adattato per il cinema. La prima volta nel 1972 con la regia di Joseph L. Mankiewicz con Laurence Olivier e Michael Caine. In seguito nel 2007 con la regia di Kenneth Branagh, con Michael Caine e Jude Law e la sceneggiatura di Harold Pinter.

La prima della commedia fu a Londra con Anthony Quayle e Keith Baxter; successivamente la pièce debuttò a Broadway, dove rimase in scena per ben 4 anni mentre a Londra le repliche si protrassero per 8 anni. Tuttora lo spettacolo viene replicato nei maggiori teatri del mondo. Qual è il motivo di tanto successo e tanto gradimento del pubblico? Shaffer propone in questo testo tutte le sue abilità di sceneggiatore di gialli. Di rilievo sono le sue collaborazioni con Alfred Hitchcock. Ma c´è qualcosa di molto di più nel fascino di questa commedia: ironia, dramma, gioco, comicità e sorprendenti colpi di scena danno a questo testo il dono di creare un´atmosfera di grande tensione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento