menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abruzzo Lgbt Film Festival, vincitori premiati al Florian da Vladimir Luxuria

Si è tenuta al Florian Espace la cerimonia finale della quarta edizione della rassegna dedicata alle rappresentazioni cinematografiche delle identità lesbian, gay, bisex e transgender

Si è tenuta a Pescara la cerimonia finale della quarta edizione dell'Abruzzo Lgbt Film Festival, rassegna dedicata alle rappresentazioni cinematografiche delle identità lesbian, gay, bisex e transgender. La premiazione è andata in scena nel weekend al Florian Espace, alla presenza di:

  • Vladimir Luxuria, madrina e presentatrice dell'evento
  • Giulia Basel, padrona di casa
  • Marcello Di Giacomo, direttore artistico dell'Abruzzo Lgbt Film Festival
  • Nunzio D'Alessio, responsabile Abruzzo Lgbt Film Festival per Pescara

Presidente di giuria era Roberto Schinardi, giornalista di Gay.it. Il corto che si è aggiudicato l'Unicorno d'argento è "Forget me not" di Ferran Navarro-Beltrán con la segente motivazione:

"Per aver colto la missione numero uno di un cortometraggio funzionale, scegliendo di sfuggire alla tentazione presuntuosa o caotica di voler riassumere e comprimere una storia complessa nello spazio stretto di pochi minuti. No me olvides sceglie invece di far coincidere il tempo della storia con il tempo della narrazione. Sette minuti dentro la verità e la naturalezza di un momento di vita intimo. Non c’è nulla che venga perso per strada, sacrificato nella rincorsa di voler raccontare troppo. Tutto arriva dritto ma con il suo tempo, e noi partecipiamo senza sentirci affatto guardoni, perché ci sentiamo caldamente invitati a questo incontro felice, incarnando di fatto il punto di vista di una lapide, oppure di un amore eterno tenuto in vita dallo spirito di condivisione e tenerezza che attraversa questo corto. E con l’onestà di quella tenerezza, intimità, naturalezza, noi ci sentiamo davvero risvegliati da un sonno profondo e improvvisamente ci sembra di sentire cosa significa vivere nel ricordo di chi ci ama. Pietro Turano attore skam italia giudice".

Il film vincitore è invece risultato "La terra di Dio" con la seguente motivazione:

"Per l'autenticità, il rigore e il senso del paesaggio che rende questo potente melodramma bucolico un appassionante viaggio attraverso l'educazione sentimentale di un giovane contadino che non ha mai imparato a sorridere ma trova inaspettatamente l'amore in un bracciante rumeno tra le aride e brulle colline del West Yorkshire. E per gli ottimi attori protagonisti Josh O' Connor e Alec Secareanu".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento