rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cucina

Dalla tradizione ecco la ricetta della trippa alla pennese

Si chiama "alla pennese" perché questa versione di trippa è uno dei piatti tipici del centro vestino, cucinata in salsa di pomodoro molto densa e arricchita da diversi aromi. Vi spieghiamo come si prepara

Si chiama “alla pennese” perché questa versione di trippa è uno dei piatti tipici del centro vestino, cucinata in salsa di pomodoro molto densa e arricchita da diversi aromi. La trippa, rigorosamente di vitello, va lavata almeno cinque volte, tre in acqua calda e due in quella fredda.

Dopo va tagliata a striscioline e fatta soffriggere in poco olio, con cipolla e sedano ben tritati. Quando è rosolata si aggiungono prezzemolo, alloro, maggioranza, mentuccia, peperoncino e pomodoro per cuocere ancora per circa due ore dopo aver aggiunto un po’ d’acqua. Prima di servire, va lasciata riposare per una decina di minuti e poi spolverata di parmigiano grattugiato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla tradizione ecco la ricetta della trippa alla pennese

IlPescara è in caricamento