rotate-mobile
Cucina

Le ricette della tradizione natalizia: gli scarponi abruzzesi

La forma è simile ai mostaccioli, ma gli scarponi, dolce natalizio tipico della Valle Peligna, hanno delle particolarità che li rendono unici e deliziosi, a cominciare dall'impatto a base di mostocotto, che segue una tradizione secolare

La forma è simile ai mostaccioli, ma gli scarponi, dolce natalizio tipico della Valle Peligna, hanno delle particolarità che li rendono unici e deliziosi, a cominciare dall’impatto a base di mostocotto, che segue una tradizione secolare. 

Per realizzarli servono 500 grammi di farina, 100 di zucchero, 2 bicchieri di mosto cotto, mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, 100 grammi di cioccolato, 50 di cacao amaro, 50 di cedro candito, 100 di uva sultanina, 2 bustine di lievito per dolci, 50 grammi di mandorle tritate e un cucchiaino di cannella. 

Nonostante gli ingredienti siano davvero numerosissimi, il procedimento per fare gli scarponi è abbastanza semplice. Prima si scioglie il cioccolato a bagnomaria e si mette l’uvetta a bagno in acqua calda. Dopodiché si impasta la farina con zucchero, cioccolato, cacao, lievito, olio e mosto. Qualora l’impasto fosse troppo duro, si può aggiungere un po’ di mosto, in caso fosse troppo morbido, va aumentata la dose della farina. 

Una volta raggiunta la giusta consistenza, si possono aggiungere l’uvetta strizzata, le mandorle, la cannella e il cedro. L’impasto va diviso in mucchietti, che vanno posizionati aiutandosi con un cucchiaio in una teglia da forno unta per evitare che i dolci si attacchino, alla giunta distanza per evitare che vadano a toccarsi una volta lievitati. Poi basta infornare a 160 gradi per soli dieci minuti, sfornare e lasciar raffreddare prima di assaggiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ricette della tradizione natalizia: gli scarponi abruzzesi

IlPescara è in caricamento