rotate-mobile
Cucina

Pipindune e ove: la ricetta

Per realizzarli servono cornetti rossi e gialli, uova e olio extravergine d'oliva. Sono semplici da fare, ma l'imperativo è usare prodotti freschi e di stagione. I più golosi possono usare questa pietanza prelibata anche per farcire un panino

Trovarli in tavola dà già il sapore dell’estate, ma è una goduria anche per gli occhi. Si tratta dei classici “pipindun e ove”, i peperoni con l’uovo tipici d’Abruzzo. Non proprio leggeri da digerire, ma decisamente gustosi, si preparano con pochi ingredienti di qualità e di stagione. 

Occorrono infatti cornetti rossi e verdi, almeno 800 grammi, 3 o 4 uova, olio extravergine di oliva, sale e pepe. I buongustai consigliano di abbinarvi un buon bicchiere di vino rosso Montepulciano per poterne esaltare il sapore. 

Ecco come procedere: dopo aver lavato e asciugato i peperoni, bisogna togliere il piccolo e tagliarli a metà eliminando i semi. Dopodiché i cornetti vanno tagliati a listarelle. Poi si fanno cuocere in una padelle antiaderente molto larga, con circa mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva: è importante che non sia troppo, però.

Durante la cottura, a fuoco vivace, bisogna girare spesso per evitare di far bruciare tutto. Quando i peperoni risultano appassiti si possono scolare un po’ dell’olio in eccesso, e condire con sale e pepe. Poi si aggiungono le uova sbattute e salate in un piatto a parte e tutto va girato finché le uova cominciano a rapprendersi e colorirsi. I più golosi possono usare questa pietanza prelibata anche per farcire un panino. E buon appetito!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pipindune e ove: la ricetta

IlPescara è in caricamento