rotate-mobile
Cucina

La ricetta dei mostaccioli abruzzesi

Con una copertura di cioccolato e un cuore morbido i mostaccioli, tipici di tutto il sud Italia, hanno una propria ricetta abruzzese. Un tempo venivano preparati soprattutto nei periodi di festa, quando la cioccolata abbondava e poteva essere riutilizzata per la glassa

Con una copertura di cioccolato e un cuore morbido i mostaccioli, tipici di tutto il sud Italia, hanno una propria ricetta abruzzese. Un tempo venivano preparati soprattutto nelle giornate di festa, quando la cioccolata abbondava e poteva essere riutilizzata per la glassa, oggi non c’è periodo in cui non si possano cucinare o acquistare. 

In Abruzzo si usano 150 grammi di farina, 4 tuorli d’uovo, 100 grammi di zucchero a velo, 80 grammi di cioccolato fondente fuso, 100 millilitri di olio extravergine di oliva, 80 grammi di mandorle tostate e sbriciolate molto fini, cannella e sale. Per la copertura servono un albume montato a neve e zucchero. 

Prima si fanno bollire le mandorle fino a eliminarne la pellicina, dopodiché si fanno asciugare e tostare in forno. Solo a quel punto si possono triturare fino a ridurle in farina, a cui va aggiunto un cucchiaio di zucchero. Nel frattempo, si mette il cioccolato in un pentolino, in modo da farlo fondere a fuoco lento.

Fatta una fontana con la farina, si mettono al centro uova, zucchero e olio e si inizia ad impastare. Poi si aggiungono mandorle, cannella e cioccolato fuso. Quando l’impasto è diventato omogeneo, si stende la pasta con un matterello e si taglia in piccoli rombi. Per la glassa si spennella la superficie con albume e zucchero amalgamati.

La cottura è rapida: 15 minuti in forno a 180 gradi. Unica accortezza da tenere a mente, è che i mostaccioli non hanno vita lunga, tendono a seccarsi, ma possono essere conservati in freezer per poterli gustare quando si ha voglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetta dei mostaccioli abruzzesi

IlPescara è in caricamento