rotate-mobile
Cronaca Centro

Villa Pini, i dipendenti protestano a Pescara davanti alla Regione

Continuano a protestare i dipendenti di Villa Pini, ormai da più di sette mesi senza stipendio. Questa mattina alcuni manifestanti insieme ai rappresentanti della Cgil hanno occupato l'ingresso della Regione Abruzzo a Pescara. Chiedono un intervento immediato della Giunta Chiodi

I lavoratori di Villa Pini continuano senza sosta le manifestazioni di protesta per ottenere finalmente gli stipendi non pagati da sette mesi.

Dopo le parole avute dai rappresentanti della Giunta regionale e dallo stesso Presidente Chiodi, dopo la denuncia alla Procura di Pescara da parte del senatore Legnini, dopo l'inchiesta parlamentare che partirà nelle prossime settimane, i dipendenti hanno deciso di tornare in strada.

Questa mattina, infatti, un gruppo di lavoratori ed alcuni rappresentanti dei sindacati, tra cui la Cgil, ha occupato l'ingresso della Regione Abruzzo a Pescara, in viale Bovio.

Come sempre, la manifestazione è avvenuta pacificamente, senza scontri e momenti di tensione particolari. Molti i cartelli contro l'attuale Giunta regionale e la proprietà Angelini, accusata di ignorare i dipendenti ai quali non paga gli stipendi da oltre sette mesi.

Cartelli, bandiere, striscioni e slogan hanno attirato l'attenzione dei molti passanti ed automobilisti in transito nella zona, senza però causare disagi al traffico.

Alla manifestazione hanno partecipato anche alcuni esponenti regionali del Pd, che chiedono un intervento immediato ed un nuovo consiglio regionale straordinario, dopo quello avvenuto circa due settimane fa, che di fatto ha delegato tutte le responsabilità al commissario Redigolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Pini, i dipendenti protestano a Pescara davanti alla Regione

IlPescara è in caricamento