menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, Via Tavo: tenta il suicidio con il gas in un palazzo, salvato dalla Polizia

Momenti di paura ieri sera in un condominio di via Tavo. Un uomo, affetto da disturbi mentali, ha tentato il suicidio lasciando aperto il gas nel suo appartamento. La Polizia lo ha salvato

Un gesto estremo e sconsiderato avrebbe potuto causare una vera e propria tragedia ieri sera a Rancitelli.

Momenti di paura e tensione poco prima della mezzanotte in via Tavo, dove la Polizia è intervenuta a seguito delle segnalazioni ricevute dai condomini di un palazzo, preoccupati per una possibile fuga di gas ed esplosione.

Una volta sul posto, gli agenti hanno capito che l'odore intenso di gas proveniva da un appartamento al secondo piano. La porta era aperta ed all'interno tutte le manopole del gas erano state lasciate aperte volutamente dall'uomo che vive in quell'abitazione, un 56 enne affetto da disturbi mentali, che già in passato aveva tentato il suicidio. Lo hanno trovato nell'appartamento in evidente stato confusionale.

L'abitazione è stata subito messa in sicurezza, aprendo tutte le finestre e bloccando l'erogazione del gas. Sul posto son intervenuti anche gli operari di "Pescara Distribuzione Gas" che hanno rimosso il contatore e sigillato l'erogatore del gas.

L'uomo è stato ricoverato in ospedale nel reparto di Psichiatria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento