Cronaca Rancitelli / Via Lago di Borgiano

Via Lago di Borgiano, allarme in una palazzina: "Crepe e scricchiolii, meglio dormire in auto"

Gli inquilini, preoccupati, hanno chiesto ai tecnici e all'amministratore unico dell'Ater, Virgilio Basile, di dare un'occhiata. Sono in corso lavori per la messa in sicurezza. Pettinari (M5S): "La Regione intervenga". Problemi anche in via Basento e via Moro

Sopralluogo in una palazzina Ater di via Lago di Borgiano abitata da 28 famiglie - 130 persone - dopo le richieste di alcuni condomini e dopo controlli effettuati dai vigili del fuoco che hanno transennato alcune zone esterne. Sul posto tecnici e l'amministratore unico dell'Azienda territoriale per l'edilizia residenziale (Ater), Virgilio Basile. Da domenica scorsa alcuni residenti dormono in auto, preoccupati per distacchi di intonaco, crepe e scricchiolii che alcuni dicono di sentire da tempo, anche prima delle ultime scosse di terremoto.

"Non c'è una situazione di imminente pericolo, stiamo procedendo con controlli visivi che al momento non evidenziano particolari problematiche di stabilità, anche se ci sarebbe bisogno di una manutenzione ordinaria che diventa oggi straordinaria - ha detto Basile - Stiamo già effettuando interventi di messa in sicurezza. La preoccupazione degli inquilini è comprensibile".

Palazzine Ater danneggiate in via Lago di Borgiano e via Basento

Al sopralluogo hanno partecipato anche i consiglieri comunali Massimiliano Pignoli e Piernicola Teodoro (Lista Teodoro) e il consigliere regionale M5S Domenico Pettinari.

“E’ svilente - ha detto Pettinari - che per avere l’interessamento di alcune forze politiche si debba attendere la furia di un terremoto. Le catastrofi, dove possibile, vanno evitate prima che accadano. Nei giorni scorsi, in uno dei miei numerosi sopralluoghi ho visto con i miei occhi la situazione esterna di questo edificio, e ancora di più mi ha colpito quella interna: intonaco caduto, lesioni nei muri, avvallamento dei pavimenti, che in alcuni casi ha portato anche all’impossibilità di aprire le porte per recarsi all’esterno. E le zone transennate non riescono a inibire l’accesso soprattutto dei bambini che giocano, ignari, nei pressi dello stabile. Manca un’analisi approfondita poiché, a sentire l’amministratore unico Ater, la Regione non avrebbe le strumentazioni necessarie per fare una verifica diversa da quella visiva. Anche alla luce di queste informazioni chiediamo che la Regione intervenga immediatamente per avere una certificazione scritta ed effettuata con i giusti rilievi tecnici sulla staticità degli immobili”.

Danni e crepe si registrano anche nelle palazzine Ater di via Basento e via Aldo Moro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Lago di Borgiano, allarme in una palazzina: "Crepe e scricchiolii, meglio dormire in auto"
IlPescara è in caricamento