menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valorizzazione di serbo e croato, l’Acerbo collabora con l’Università

Mercoledì 11 novembre, dalle 11,30 alle 13,30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico, si terrà una tavola rotonda che sancirà l'avvio della collaborazione tra l’Itc e l'Università

Mercoledì 11 novembre, dalle ore 11,30 alle ore 13,30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Tito Acerbo di Pescara, si terrà una tavola rotonda che sancirà l'avvio della collaborazione tra l’Itc e l'Università D’Annunzio per la valorizzazione della lingua e della  cultura Bosniaca, Croata, Montenegrina, Serba. Dal corrente anno scolastico gli studenti delle classi quinte dei corsi Turismo e Relazioni Internazionali per il Marketing potranno ampliare le loro conoscenze linguistiche frequentando un corso di lingua serbo.croato tenuto da Jasminka Pajtak, Collaboratore Esperto Linguistico di Croato del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dellUdA, Corso di Studio LM38.

L'esigenza di questo progetto nasce dalla volontà di ampliare l’offerta formativa di un istituto scolastico che si occupa, istituzionalmente, da molti anni, di formare giovani negli studi tecnici, economici e linguistici, valorizzando la conoscenza del patrimonio culturale del proprio territorio anche attraverso il confronto con gli altri popoli e tradizioni ed avviando i propri studenti a un costante e proficuo rapporto con l’università e con le imprese del territorio impegnate sui mercati nazionali e internazionali. In tale prospettiva appare particolarmente  rilevante l'importanza delle relazioni commerciali con l'altra sponda dell'Adriatico e fondamentale l’apertura dei giovani ai nuovi orizzonti adriatici che si aprono e che potranno dare un valore aggiunto al loro futuro formativo e professionale. 

A conferma del valore dell’iniziativa hanno preannunciato la loro la partecipazione i maggiori rappresentanti delle istituzioni e personalità del mondo universitario e dell’economia. In particolare parteciperanno al dibattito, dal titolo “I nuovi orizzonti adriatici: cultura, lingua, commercio, turismo, ambiente”, Carlo Consani, Direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne, Maria Rita Leto, Presidente del Corso di Studio LM38, Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale Confindustria Chieti Pescara, Daniele Becci, Presidente CCIAA di Pescara, Bruno Santori, Direttore del Porto Turistico - Marina di Pescara, Massimo Luciani, Direttore dell’Anci Abruzzo, e Julián Santano Moreno, Direttore del Centro linguistico di Ateneo – Uda.

Saranno presenti circa 120 studenti che già nel loro curricolo scolastico affrontano lo studio di tre lingue straniere: inglese, francese, spagnolo o tedesco, eppure il numero di pre-adesioni al corso della nuova lingua di studio è talmente alto che si prevede una selezione dei partecipanti e la duplicazione del corso a partire dal prossimo anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento