rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Valanga sul Gran Sasso, morto il pescarese David Remigio

Due persone sono morte oggi travolte da una valanga sul Gran Sasso, a quota 2.400 sul Corno Piccolo, in località Prati di Tivo. Si tratta di David Remigio e Pino Sabbatini

Due persone sono morte oggi travolte da una valanga sul Gran Sasso, a quota 2.400 sul Corno Piccolo, in località Prati di Tivo. Si tratta di David Remigio, 43 anni, assicuratore pescarese appassionato di alpinismo, e Pino Sabbatini, 50 anni, teramano.

Quest'ultimo, tecnico di elisoccorso e capo della stazione Cnsas di Teramo, era considerato un esperto.

Lui e Remigio erano partiti da Prati di Tivo e si stavano arrampicando a piedi lungo il Canale di mezzo, con piccozze e ramponi, in conserva, quando sono stati travolti dal distacco di una cornice di neve, provocato non si sa ancora se dall'innalzamento della temperatura o da escursionisti che si trovavano più in alto.

Sorpresi dalla massa di neve, sono scivolati nel dirupo per circa 300 metri. Per entrambi non c'è stato nulla da fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga sul Gran Sasso, morto il pescarese David Remigio

IlPescara è in caricamento