Cronaca

Litiga con il compagno della ex e fugge nei boschi a Farindola minacciando il suicidio: ritrovato dal soccorso alpino

Notte di apprensione quella appena trascorsa a Farindola per un uomo di 68 anni che, dopo aver litigato con il compagno dell'ex moglie, ha minacciato il suicidio fuggendo nei boschi

Ha litigato con il compagno dell'ex moglie, per poi minacciare il suicidio e fuggire tutta la notte boschi. Per questo, un uomo di 68 anni di Farindola è stato cercato fino all'alba dal Cnsas assieme ai vigili del fuoco, carabinieri di Penne e l'unità cinofili di Chieti.

Ieri sera l'uomo ha litigato violentemente con l'attuale compagno della ex moglie, nell'abitazione della donna. Dopo il litigio ha minacciato di uccidersi fuggendo nel bosco. La donna ha allertato i carabinieri che, su indicazione della prefettura, verso le 21 hanno attivato il protocollo di persone scomparse chiedendo l'aiuto al soccorso alpino e speleologico.

Subito sono partite le ricerche e le squadre sul campo, che hanno ritrovato l’auto dell’uomo scomparso in mezzo al bosco. Quello è stato il punto di partenza dell’attività di ricerca, che è proseguita tutta la notte da parte dei soccorritori che hanno seguito il cane molecolare del soccorso alpino, che ha fiutato il passaggio dell’uomo lungo un impervio sentiero attraverso il bosco. L'animale però è tornato a valle, verso Farindola, seguito dai soccorritori che all'alba hanno trovato l'uomo nella sua abitazione, dove era illeso ma dolorante e con alcune escoriazioni, e vista la sua età e la notte trascorsa all'aperto è stato trasportato in ospedale a Penne per ulteriori accertamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con il compagno della ex e fugge nei boschi a Farindola minacciando il suicidio: ritrovato dal soccorso alpino

IlPescara è in caricamento