menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uomo morto durante una colonscopia in ospedale, l'autopsia svela la causa del decesso

In base all'esame autoptico, effettuato dal medico legale Cristian D'Ovidio, il 66enne sarebbe stato colpito da un infarto miocardico acuto mentre era nel reparto di Gastroenterologia

L'autopsia eseguita ieri, venerdì 12 aprile, ha svelato la causa del decesso di Sandro Furlo, l'uomo di 66 anni di Città Sant'Angelo morto nell'ospedale di Pescara mentre si stava sottoponendo a una colonscopia.
In base all'esame autoptico, effettuato dal medico legale Cristian D'Ovidio, il 66enne sarebbe stato colpito da un infarto miocardico acuto mentre era nel reparto di Gastroenterologia.

A disporre l'autopsia è stato il pm (pubblico ministero) Luca Sciarretta della Procura della Repubblica del tribunale che per questo decesso ha iscritto sul registro degli indagati cinque medici per il reato di omicidio colposo.

Furlo, sulla base di quanto emerso nel corso dell’autopsia, aveva un problema coronarico pregresso che non aveva nulla a che vedere con la colonoscopia alla quale si era dovuto sottoporre nei giorni scorsi. L’uomo era stato operato, qualche mese prima, per una problematica seria, che aveva reso necessario effettuare più volte questo tipo di esame diagnostico. I tentativi rianimatori eseguiti dai medici subito dopo l'infarto non hanno portato ai risultati sperati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento