rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Morì dopo una lite stradale in viale della Pineta, l'altro automobilista condannato a più di 3 anni

La decisione è stata presa dal tribunale di Pescara nei confronti di un giovane che litigò e colpì Tiziano Paolucci che poco dopo accusò un malore e perse la vita

Una condanna a tre anni e due mesi è quella che è stata decisa dal tribunale di Pescara nei confronti del giovane che litigò e colpì per una lite stradale in viale della Pineta a Pescara il 56enne Tiziano Paolucci che poco dopo accusò un malore e morì.
È quanto deciso dal tribunale per il tragico epilogo che ebbe la lite dell'11 luglio 2019.

Paolucci dopo essersi sentito male si accasciò in strada e il decesso sopraggiunse davanti agli occhi della figlia.

L'altro litigante, un ragazzo di 22 anni, risalì in macchina e si allontanò mentre Paolucci ebbe un infarto fatale ma i giudici lo hanno comunque riconosciuto in qualche misura responsabile di quel decesso: la condanna è per omicidio preterintenzionale. Era accusato anche di lesioni personalinei confronti di una delle figlie della vittima, che intervenne per sedare la lite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì dopo una lite stradale in viale della Pineta, l'altro automobilista condannato a più di 3 anni

IlPescara è in caricamento