Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Rancitelli

Sorpreso a rubare una bici viene denunciato e rilasciato, si fa arrestare poche ore dopo per un altro furto

L'uomo, un pescarese di 43 anni, ha anche minacciato e tentato di aggredire gli agenti della polizia sia sulla volante che in questura

Sorpreso per ben due volte la notte scorsa, nel giro di poche, a tentare di mettere a segno dei furti.
Per questo motivo un uomo di 43 anni di Pescara, già noto alle forze dell'ordine, prima è stato denunciato e rilasciato dalla polizia.

Mentre dopo poche ore è stato tratto in arresto. 

Il 43enne prima è stato sorpreso da una Volante nel rione Rancitelli mentre armeggiava sul lucchetto che assicurava a un palo dell’illuminazione pubblica, una bicicletta. L’uomo ha cercato invano di giustificarsi riferendo agli agenti che quella fosse la sua bici di cui aveva perso le chiavi ma gli agenti lo hanno accompagnato in questura. L'uomo, durante il tragitto, all’interno dell’auto di servizio ha minacciato l’equipaggio e ha continuato con lo stesso atteggiamento aggressivo anche all’interno degli uffici della squadra volante. Per questo è stato denunciato per furto, resistenza e minacce a pubblico ufficiale e rimesso in libertà intorno alla mezzanotte.

Solo qualche ora più tardi, intorno alle ore 3 un’altra volante lo ha notato in un strada del centro della città vicino allo sportello di un’autovettura mentre tentava di aprire la portiera di un’utilitaria. Gli agenti lo hanno riportato di nuovo in questura da dove era uscito poco prima e stavolta lo hanno arrestato per il tentativo aggravato di furto e, il giudice del tribunale di Pescara nel corso dell’udienza di oggi, ha disposto per lui l’applicazione della misura cautelare della detenzione in carcere: il 43enne è stato trasferito nella casa circondariale di Napoli Poggioreale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a rubare una bici viene denunciato e rilasciato, si fa arrestare poche ore dopo per un altro furto

IlPescara è in caricamento