menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una pista ciclabile da Silvi fino alla Pineta di Pescara: ecco il progetto "Salinas"

Una lunga ed ininterrotta pista ciclabile e pedonale per collegare la Pineta di Pescara con Silvi Marina. Un progetto ambizioso, importante, denominato "Salinas" al quale hanno aderito i comuni di Pescara, Montesilvano, Città Sant'Angelo e Silvi. Mobilità sostenibile per ridurre l'utilizzo delle auto

Promuovere ed incentivare la mobilità sostenibile nell'area metropolitana pescarese. Convincere i cittadini a lasciare a casa l'auto per utilizzare biciclette e mezzi pubblici.

Questo l'ambizioso obiettivo del progetto "Salinas", che vedrà la partecipazione dei comuni di Pescara, Montesilvano, Città Sant'Angelo e Silvi.

Le quattro amministrazioni comunali, infatti, costituiranno una "Associazione Temporanea di Scopo dei Comuni dell’area Saline" per partecipare al bando Ministeriale che assegna fondi per incentivare lo sviluppo delle vie ciclabili e dei mezzi di trasporto a basso impatto ambientale.

Questa mattina il progetto Salinas è stato presentato a Montesilvano, presso presso la Sala Consiliare del Comune di Montesilvano alla presenza del Presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa, del Sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma, di Silvi Gaetano Vallescura, di Città Sant’Angelo Gabriele Florindi, del vice presidente della Gtm Giacomo Marinucci e del vicedirettore Consorzio Grandi Alberghi guidato da Silvio Geraldo Fatone.

L'obiettivo principale è la creazione di un asse continuo di comunicazione che collegherà come detto la zona sud di Pescara alla costa di Silvi. Una maxi pista ciclabile lungo cui saranno poi installati alcuni punti dove trovare bici da noleggiare ed avere facile accesso ai mezzi pubblici cittadini.

Tra le azioni di progetto in sintesi:
1) la realizzazione di piste ciclabili ad integrazione di quelle esistenti per un percorso che si snoda ininterrottamente dalla Pineta Dannunziana (Pescara) alla città di Silvi, sui percorsi urbani mediante segnaletica orizzontale e verticale, sui percorsi extra-urbani con materiali e tecniche sostenibili e non invasive

2)la realizzazione di due attraversamenti ciclo-pedonali leggeri

3) l’allestimento di sedici aree meet-point con adiacenti eco-chioschi in bioedilizia e alimentati da pannelli fotovoltaici in corrispondenza delle maggiori zone di interconnessione con il Trasporto Pubblico Locale, di stazioni, di aree a forte valenza commerciale, di aree con funzioni pubbliche o di aree sosta e di interscambio. Nelle aree meet-point, dotate di reti wi-fi, si espleterà il noleggio, la manutenzione e la riallocazione delle biciclette. Oltre all’erogazione di erogazione di micro-servizi: informazioni; acquisto biglietti bus e filobus; ricariche telefoniche; pagamento multe, bollo, bollette, etc.

Un sistema di gestione con codice a barre controllerà il feed-back noleggio delle bici, il monitoraggio degli usi e dei risultati in termini funzionali ed ambientali.

Il tutto per favorire ed incentivare il cittadino all'uso della bicicletta e dei mezzi pubblici, preferendoli all'automobile. Uno dei grandi ostacoli che impediscono, infatti, di compiere questa scelta, spesso è proprio la mancanza di infrastrutture adeguate e di collegamenti strategici fra i vari mezzi di trasporto.

Il progetto Salinas, che verrà promosso e pubblicizzato nei prossimi mesi da tutte le amministrazioni locali, si prefigge proprio lo scopo di creare un sistema di mobilità sostenibile funzionale, efficiente e soprattutto ecologico.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

La pista ciclabile sul lungomare deve restare?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento