menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, Mascia: "300mila euro di danni al Vittoria Colonna"

Il sindaco Luigi Albore Mascia, insieme agli assessori Teodoro e Seccia, ha tracciato un primo bilancio dei danni causati dalla tromba d'aria che si è abbattuta ieri sulla città: "Ci vorranno 4-5 giorni per tornare alla normalità. 300mila euro di danni al museo Vittoria Colonna"

p5070026Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ha fatto un primo bilancio dei danni subiti in città a seguito della tromba d'aria che si è abbattuta ieri causando crolli, danneggiamenti ed allagamenti in tutti i quartieri.

Mascia ha infatti incontrato gli assessori Teodoro e Seccia per capire quali sono le situazioni più delicate e gli interventi da pianificare nelle prossime ore per riportare il traffico e la circolazione ad una situazione di normalità.

"La tromba d'aria che si è abbattuta ieri in città, unita alle forti piogge, ha causato danni praticamente in ogni quartiere. Abbiamo registrato decine di pini caduti che si sono riversati sulle carreggiate causando problemi alla circolazione e danneggiamenti al manto stradale. A Portanuova la situazione è particolarmente difficile, con via Spaventa, via Beato Nunzio Sulpizio, via Fratelli Vivaldi particolarmente colpite, ma anche tutta la riviera sud." ha dichiarato il sindaco.

Albore Mascia poi ha sottolineato come la macchina dei soccorsi e degli interventi sia funzionata in modo eccellente: "Subito sono scesi in strada oltre cinquanta agenti della Polizia municipale, e decine di operatori della Attiva richiamati in servizio straordinario, lavorando tutta la notte per liberare le strade cittadine dagli alberi caduti e dai rami spezzati per ripristinare le opportune condizioni di sicurezza. Poi alle 4 di questa mattina sono entrate in azione le spazzatrici per cominciare a rimuovere il tappeto di aghi di pino caduti".

Il danno più grave sembra essere quello subito dal Museo Vittoria Colonna nei pressi della Nave di Cascella. Qui l'intera guaina di protezione del terrazzo è stata distrutta, facendo filtrare l'acqua all'interno dei locali. Il danno è almeno di 300 mila euro.

"Un danno che poteva essere in parte sicuramente evitato: da più di due anni infatti è stata segnalata una situazione di degrado, ma i lavori, dalla vecchia amministrazione, non sono mai stati eseguiti." conclude il sindaco.

AGGIORNATO ALLE ORE 17 DEL 13 OTTOBRE 2009

Il maltempo che si sta abbattendo con violenza sulla città di Pescara e lungo tutta la costa abruzzese ha causato danni e disagi . Sono numerosi gli episodi di danneggiamenti e blocchi del traffico a causa delle raffiche di vento fortissime che si sono abbattute su tutta l'area metropolitana pescarese.
Poco fa il sindaco Luigi Albore Mascia, insieme agli assessori Teodoro e Seccia, ha tracciato un primo bilancio dei danni causati dalla tromba d'aria che si è abbattuta ieri sulla città: "Ci vorranno 4/5 giorni per tornare alla normalità
In tutta la città sono stati segnalati danni a vetture, cadute di alberi, come nel caso di un pino all'incrocio fra via D'Avalos e via Vespucci, che ha letteralmente invaso la carreggiata rischiando di causare una tragedia.

I Vigili del Fuoco e la Protezione Civile sono al lavoro insieme alla Polizia Municipale per far fronte alle centinaia di richieste di soccorso arrivate ai centralini.

La situazione più grave si è registrata in pieno centro, a via Ravenna. All'altezza delle Poste centrali, infatti, un'impalcatura è crollata sulla strada travolgendo una donna che si trovava in auto, una Fiat Panda, assieme alla figlia.

Il materiale ha letteralmente travolto la vettura. La donna è rimasta ferita ed è stata subito trasportata in ospedale. Per fortuna le sue condizioni non sono gravi, ha riportato traumi alla spalla ed alla testa. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Il traffico è stato bloccato per diverso tempo, causando disagi alla circolazione già quasi paralizzata a causa delle forti piogge.

In via Gran Sasso, invece, una grossa insegna pubblicitaria è crollata su un'auto parcheggiata. Per fortuna al momento dello schianto era vuota.

L'assessore Teodoro ha stilato un primo bilancio dei danni causati dal maltempo nella città: "Il disagio più grave è stato causato senza dubbio dalla caduta di molti alberi nella zona della pineta o dai rami spezzati che hanno invaso le carreggiate stradali, imponendo la loro chiusura al traffico: via Figlia di Iorio, via Paolo De Cecco, via Scarfoglio sono interdette alle auto per la presenza di alberi spezzati e caduti in mezzo alle strade" ha dichiarato l'assessore, che ha anche aggiunto come ci siano danni al Museo Vittoria Colonna, mentre in via Figlia di Iorio un cavo dell'Enel è stato tranciato tanto da lasciare al buio decine di abitazioni.

Teodoro sottolinea come, oltre ai Vigili del Fuoco ed alla Protezione Civile, siano al lavoro anche gli uomini della società Attiva, per verificare situazioni di allagamenti e bonificare abitazioni e garage interessati dai disagi.


p5070026_1
(via Gran Sasso)

p5080032
(rotatoria lungo via Papa Giovanni XXIII)

p5080030
(via Papa Giovanni XIII)

p5080029
(lungomare Cristoforo Colombo)

p5080035
(pino caduto sulla recinzione dello Stadio)

p5080037
(incrocio fra via Vespucci e via D'Avalos)


(incrocio fra via Vespucci e via D'Avalos)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento