rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Nuovo tentativo di phishing a nome di Poste Italiane: ecco come cercano di ingannarci

Donato Fioriti, presidente dell'associazione Contribuenti Abruzzo mette in guardia su sms e mail di marketing aggressivo che invitano ad aprire link per aprire "obbligatoriamente" conti correnti: non fatelo

Nuova truffa online per rubare i nostri dati. A lanciare l'allarme è il presidente dell'associazione consumatori Contribuenti Abruzzi (Cruc Regione Abruzzo). Ancora una volta il pericolo arriva da farse mail e sms falsamente a nome delle poste italiane. L'invito, dunque, è quello a non abboccare, tecnicamente phishing, e non cliccare agli avvisi che potremmo ricevere.

“Per quel che ci risulta per aprire un libretto postale o accendere un conto corrente postale non è obbligatoria o necessaria la stipulazione di un’assicurazione o di qualsivoglia altro prodotto. Servono unicamente un documento di identità ed un codice fiscale. Il libretto non ha costo alcuno, il conto corrente ne ha a seconda della tipologia” spiega Fioriti. “Quella di cui sopra - ironizza potrebbe essere una affermazione di Catalana memoria, del clan di Renzo Arbore in 'Indietro Tutta', lapalissiana. Ultimamente, però, abbiamo ricevuto delle lamentele da parte di cittadini-utenti di fronte ad un marketing aggressivo e forse ambiguo, che lascerebbe credere obbligatorie o quanto meno opportune alcune azioni collaterali in sede di aperture di libretti e conti”.

“Meglio scoraggiare , da subito - conclude – Fioriti -, un modus operandi per ora isolato, che potrebbe prendere piede. Aggiungiamo che negli ultimi mesi, registriamo sempre più false mail di Poste italiane come anche falsi sms a cellulari, per carpire i nostri dati, con l’ottica della truffa. Facciamo attenzione e non forniamo mai per sms, telefono o mail, dati sensibili o comunque di primaria rilevanza che ci riguardano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo tentativo di phishing a nome di Poste Italiane: ecco come cercano di ingannarci

IlPescara è in caricamento