rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Truffe e maxi evasione a Pescara, Mattucci e Gentile non parlano

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Mauro Mattucci ed Antonio Gentile, finiti in carcere due giorni fa nell'ambito dell'operazione della Guardia di Finanza su una presunta maxi evasione e truffe

Non hanno risposto alle domande del Gip Sarandera e dei due Pm Mauro Mattucci e Antonio Gentile, arrestati due giorni fa dalla Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione "Banco Matt" che ha portato a sgominare un'organizzazione criminale dedita alle truffe ed all'evasione fiscale per centinaia di milioni di euro.

Ai domiciliari erano finite altre 10 persone, che saranno ascoltate a partire da mercoledì. I due hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. Sono accusati di essere i vertici dell'organizzazione che tramite creazione ed acquisizione di società, poi svuotate tramite false fatture e crediti Iva, avrebbe evaso il fisco per oltre 100 milioni di euro.

La Guardia di Finanza ha sequestrato loro beni per 97 milioni di euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe e maxi evasione a Pescara, Mattucci e Gentile non parlano

IlPescara è in caricamento