rotate-mobile
Cronaca

Truffe con falsi titoli di Stato al Vescovo Cuccarese: sette denunce

La Squadra Mobile di Pescara ha sgominato un'organizzazione internazionale che si occupava di truffe per decine di milioni di euro con falsi titoli di stato messicani. Vittima anche l'ex Arcivescovo

La Squadra Mobile di Pescara ha sgominato un'organizzazione internazionale con base a Pescara, che si occupava di mettere in atto truffe per decine di milioni di euro, utilizzando falsi titoli di Stato messicani.

Fra le vittime del raggiro, anche l'ex arcivescovo Francesco Cuccarese. Capo della banda un 43enne pescarese, S.A.E.

A Cuccarese nel 2010 furono donati venti titoli messicani emessi nel 1930, del valore di 45 milioni di dollari americani l'uno. In realtà si trattava di falsi titoli che l'organizzazione voleva utilizzare come garanzia per ottenere un finanziamento dallo I.O.R, la banca del Vaticano, per realizzare presunte opere umanitarie.

Cuccarese scrisse proprio al Presidente e Direttore IOR per informarli di queste persone che avevano donato i titoli chiedendo di poter ricevere un finanziamento in favore della Fondazione IVEC. La Polizia, però, è riuscita a sventare il raggiro. La banda aveva tentato truffe simili anche in Svizzera e Messico senza successo, mentre in Abruzzo sono state scoperte due truffe andate in porto. Vittime due persone che hanno consegnato soldi al 43enne pensando di poter partecipare ad un investimento conveniente. I soldi poi sono spariti.

Ulteriori dettagli più tardi in conferenza stampa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe con falsi titoli di Stato al Vescovo Cuccarese: sette denunce

IlPescara è in caricamento