rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Utilizzava documenti e buste paga contraffatte per acquistare beni di valore: arrestato 65enne

A scoprire l'uomo, un campano con precedenti, sono stati gli agenti della squadra volante: nell'auto avrebbe avuto un vero e proprio kit della truffa tra carte d'identità, tessere sanitarie e buste paga false che avrebbe utilizzato per comprare oggetti hi-tech e che, si ipotizza, sarebbero serviti a comprarne altri, ma anche forse a ottenere finanziamenti

Arrestato dalla polizia un 65enne campano con precedenti che avrebbe utilizzato documenti falsi, tra carte d'identità, tessere sanitarie e buste paga ben nascosti nell'auto, per acquistare prodotti di valore, ma che potevano anche essere utili, si ipotizza, per accedere a finanziamenti anche regionali. In corso gli accertamenti per verificare se beni hi-tech per 2mila euro di valore complessivi rinvenuti nell'auto tra smartphone, smartwatch e auricolari wireless, siano frutti di truffe già consumate.

A scoprirlo sono stati gli agenti della squadra volante che lo hanno notato nel pomeriggio di giovedì 23 novembre a bordo di un'auto nella zona nord della città. Un'auto sospetta per gli agenti che hanno deciso di procedere con i controlli. L'atteggiamento nervoso che l'uomo avrebbe mostrato li hanno spinti ad approfondire ulteriormente con la perquisizione dell'autovettura dove sono stati rinvenuti gli oggetti hi-tec e sotto le parti in plastica del mezzo, i documenti che sarebbero poi risultati contraffatti.

Documenti meticolosamente confezionati e occultati, ma non abbastanza da passare inosservati agli agenti. Nello specifico si trattava, come detto, di carte d'identità, tessere sanitarie e buste paghe intestate ad altri con queste ultime che sarebbero state compilate in modo da sembrare emesse da aziende abruzzesi al fine, questa l'ipotesi, di renderle più credibili per utilizzare come eventuale garanzia per ottenere finanziamenti in regione.

Un "kit della truffa" che avrebbe potuto fruttarne numerose di truffe e per svariate migliaia di euro già solo con l'acquisto dei beni, sottolinea la questura. Sono in corso accertamenti per verificare dove i prodotti tecnologici sono stati acquistati e per riscontrare anche l'eventuale attivazione di prestiti. L’uomo, gravato da svariati precedenti specifici ed ora accusato di truffa e possesso di documenti contraffatti, è stato quindi arrestato e si trova ora nelle camere di sicurezza in attesa della convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Utilizzava documenti e buste paga contraffatte per acquistare beni di valore: arrestato 65enne

IlPescara è in caricamento