Cronaca

Truffa sul terremoto a Torre de Passeri: il 17 gennaio la prima udienza

Il 17 gennaio prossimo ci sarà la prima udienza nell'ambito del processo riguardante la presunta truffa ai danni dello Stato per i fondi post sisma a Torre de Passeri. L'inchiesta portò a sette arresti

Sarà il 17 gennaio 2013 il giorno in cui ci sarà la prima udienza del processo riguardante la presunta truffa sui fondi post sisma a Torre de Passeri, che nel marzo 2011 portò all'arresto di sette persone.

L'inchiesta, condotta dalla Guardia di Finanza di Pescara, vede come indagati Paolo Arditi, 62 anni di Manoppello, responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Torre de' Passeri; Giuseppe Arditi, 35 anni, di Popoli ; i due imprenditori, Lucio Marsili, 42 anni di Petranico, e Romolo Pasquale De Angelis, 46 anni, di Torre de' Passeri; il geometra Michele Pace, 51 anni, di Pianella ; e gli imprenditori Urim Muca, 40 anni, albanese, e Fernando Del Rossi, 55 anni, di Pescosansonesco.

L'ACCUSA Secondo la Procura, gli arrestati, assieme ad altri 5 indagati a piede libero, avrebbero gonfiato delle fatture riguardanti i lavori di ristrutturazione dopo il terremoto del 6 aprile 2009 che colpì anche il comune torrese. Atti falsificati, addirittura soldi percepiti per lavori mai realizzati avrebbero procurato un danno allo Stato di almeno 450 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa sul terremoto a Torre de Passeri: il 17 gennaio la prima udienza

IlPescara è in caricamento