Cronaca

Paura al tribunale di Pescara, un internato dà in escandescenze e si ferisce

L'uomo, un 48enne di origini campane, ha reagito così durante l'udienza sul rinnovo della misura di sicurezza alla quale era sottoposto. Il vicesegretario regionale della Uil PA - Polizia penitenziaria, Mauro Nardella: "Un plauso ai tre agenti intervenuti"

Il vicesegretario regionale della Uil PA - Polizia penitenziaria, Mauro Nardella, riferisce che questa mattina al tribunale di Pescara si sono vissuti attimi di emergenza perchè un internato 48enne, di origini campane, ha dato improvvisamente in escandescenze durante l'udienza sul rinnovo della misura di sicurezza alla quale l'uomo era sottoposto.

Considerata la pericolosa situazione venutasi a creare e onde evitare il peggio - spiega Nardella - il delinquente abituale è stato prontamente portato via dall’aula dai baschi blu di Vasto e condotto in una camera di sicurezza. Per nulla contento e in preda ad un raptus di follia, l’internato si scagliava con violenza contro una libreria procurandosi dei profondi tagli alla fronte. Stante la gravità della situazione e in considerazione della cospicua perdita di sangue in atto, lo stesso veniva portato dal 118 e, sotto strettissima sorveglianza da parte degli agenti, al pronto soccorso dove tuttora si ritrova per essere sottoposto alla suturazione delle profonde ferite. Non possiamo che sottolineare la prontezza di riflessi e la professionalità dei tre poliziotti intervenuti. Senza di essi e senza il loro contributo, oggi probabilmente staremmo a parlare di ben altra e più grave situazione. A loro va il plauso della Uil PA Polizia penitenziaria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura al tribunale di Pescara, un internato dà in escandescenze e si ferisce

IlPescara è in caricamento