menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico illecito di rifiuti: otto arresti in Abruzzo

I Carabinieri del Noe di Pescara in collaborazione con il Comando di Lanciano, hanno arrestato stamane otto persone in Abruzzo con l'accusa di traffico illecito di rifiuti pericolosi. L'operazione "Spiderman" ha interessato anche altre regioni d'Italia, fra cui la Toscana

Ventitre persone sono state arrestate questa mattina dal Noe in diverse regioni d'Italia, fra cui anche l'Abruzzo.

Otto persone sono finite in manette nella nostra regione, con l'accusa di traffico illecito di rifiuti.

L'operazione "Spiderman" ha riguardato soprattutto la Toscana e l'Abruzzo; le indagini sono affidate alla Procura di Lanciano, dove si troverebbe una discarica regolarmente autorizzata, indicata come il centro nevralgico dell'intera organizzazione criminale.

Il presunto traffico illecito di rifiuti sarebbe avvenuto con la complicità impianti di gestione rifiuti, trasportatori, intermediari, imprenditori, laboratori di analisi e compiacenti discariche.

Le accuse per gli indagati (in Abruzzo una persona è ai domiciliari, gli altri sono finiti in carcere) sono gravi: associazione per delinquere, attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti, falso in attestazioni analitiche e certificazioni ambientali, falso in atto pubblico commesso da pubblico ufficiale e frode processuale.

I responsabili dell'organizzazione, avrebbero smaltito e trattato grazie alla falsificazione di alcuni documenti, rifiuti speciali con procedure dedicate al normale pattume, con notevoli risparmi sui costi. Inoltre, avrebbero approfittato di alcune agevolazioni sull'ecotassa regionale, senza avere i requisiti necessari per chiedere gli sconti.

Pare inoltre che il tutto avvenisse con la complicità di un impianto di gestione rifiuti in provincia di Macerata, ; tre ditte di trasporto rifiuti, operanti sull'intero territorio nazionale; altrettanti laboratori analisi abruzzesi; due impianti di smaltimento in Puglia e in Abruzzo.
Il traffico accertato è stato stimato in circa 80.000 tonnellate nei soli conferimenti verso le due discariche, con un giro d'affari stimato almeno pari a 3 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento