rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Terremoto: un anno fa il dramma che ha sconvolto L'Aquila

Esattamente un anno fa, il 6 aprile 2009, L'Aquila ed i comuni limitrofi venivano devastati da una violenta scossa di terremoto. 308 i morti e migliaia di feriti. Un anno dopo, l'Abruzzo ricorda quei secondi drammatici che hanno cambiato la storia del nostro territorio. Vi proponiamo alcune foto e video

Un anno fa L'Aquila e l'intero Abruzzo venivano svegliati, alle 3.32, da una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.3. Trenta secondi sono bastati per colpire al cuore il capoluogo abruzzese e moltissimi comuni della provincia, e cambiare per sempre la storia della nostra regione. Furono 308 le vittime e migliaia i feriti, oltre a circa 70 mila sfollati costretti ad abbandonare le proprie case, o quello che ne rimaneva.

Un anno dopo, nel giorno di pasquetta, abbiamo fatto due passi tra le macerie, tra centinaia di persone in visita ai loro cari scomparsi.

Siamo stati in Via XX Settembre, una delle più devastate, davanti la Casa Dello Studente, in Piazza Duomo, nella Chiesa di Santa Maria in Collemaggio, vero simbolo degli aquilani.

Abbiamo fatto un giro anche ad Onna. Il piccolo paese dell’aquilano è stato senza alcun dubbio il più colpito dal terremoto
Camminando per le strade del terremoto, si respira tanta solidarietà, tanta fierezza ma anche tanta disperazione e dolore.

Davanti la Casa dello Studente, ieri, centinaia di ragazzi e genitori si sono radunati per ricordare i loro cari scomparsi. Lo hanno fatto in maniera composta, con fierezza, ma anche con la rabbia di voler veder fatta giustizia.

Da Via XX Settembre a fino a Piazza Duomo è un susseguirsi di palazzi devastati e negozi abbandonati. Il lavoro dei Vigili del Fuoco è tangibile in ogni viuzza della città e in ogni respiro degli aquilani.

Proprio lì, questa notte, alle 3.32, c’è stato solo un lunghissimo silenzio, seguito da 308 rintocchi delle campane delle Anime Sante e dalla lettura dei nomi di coloro che, quella tragica notte, hanno perso la vita a causa dei crolli.

Più di 25 mila persone si sono ritrovate in una piazza illuminata di fiaccole, candele, lumini, per ricordare le vittime e continuare a far sentire la propria voce: “Riprendiamoci la Città”.

 

6 aprile 2009: i primi momenti dopo la scossa

 

 

L'Aquila: 5 aprile 2010

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto: un anno fa il dramma che ha sconvolto L'Aquila

IlPescara è in caricamento