rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Tentato omicidio in piazza Salotto: intubato il 23enne ferito a colpi di pistola, Pettinari (M5s): "Pescara non è più una città sicura"

Il giovane 23enne ferito a colpi di pistola da un cliente dopo una lite non è stato operato ma si trova in rianimazione dove è sottoposto ad un'angiografia approfondita

Non è stato ancora operato il giovane di 23 anni ferito gravemente a colpi di pistola da un cliente del locale dove lavora in piazza Salotto. Lo riferisce la Asl di Pescara aggiungendo che dopo essere stato intubato e stabilizzato in terapia intensiva, ora è sottoposto ad un'angiografia approfondita per capire come intervenire e procedere probabilmente nella giornata di domani 11 aprile. La prognosi è riservata e le condizioni sono gravi. Intanto sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale del M5s Domenico Pettinari, dichiarando che Pescara non è più una citttà sicura come da lui ribadito diverse volte, e i fatti che continuano ad avvenire in centro lo dimostrerebbero:

"Le risse sono all’ordine del giorno e oggi, come si apprende dalla stampa, c’è stata addirittura una sparatoria in piazza Salotto, luogo frequentatissimo da ragazzini e famiglie soprattutto di domenica. Davanti a questi gravi avvenimenti è inutile che questa amministrazione comunale continua a sbandierare l’aumento di telecamere come panacea di tutti i mali. Le telecamere in centro, se non accompagnate da un aumento delle forze dell’ordine, non servono da deterrente per nessuno. Al massimo sono utili per ricostruire quanto avvenuto dopo, ma l’obiettivo dovrebbe essere quello di prevenire che un fatto grave come quello di oggi avvenga. Questo può accadere solo tramite un aumento sostanziale della Polizia locale da parte del sindaco e delle forze dell’ordine da parte del prefetto: ci vuole sinergia tra tutti gli organi preposti e bisogna mettere a sistema ogni forza a disposizione perché Pescara sta diventando una città invivibile ed è necessario invertire la rotta. "

Pettinari ricorda come abbia sempre denunciato non solo i fatti criminosi in periferia, ma anche quelli avvenuti nel quadrilatero centrale fra Corso Vittorio Emanuele e piazza Santa Caterina. Ed ora anche il cuore del commercio e della vita sociale di Pescara, come piazza Salotto, sarebe investita da diversi atti di violenza registrati in pochi giorni:

"La verità è che pian piano la città si sta ammalorando in ogni angolo e chi avrebbe il dovere di amministrarla al meglio continua a nascondersi dietro un dito.  Ora Basta! Non possiamo permettere che ci siano vittime innocenti. L’aumento delle forze dell’ordine ha portato benefici nelle periferie, come ad esempio quando a Fontanelle c’è stato un presidio fisso di polizia per 24 ore al giorno; o anche in piazza Santa Caterina, quando è stato aumentato il numero di pattuglie di polizia locale a tracciare la zona. Peccato che siano state tutte azioni a termine che, una volta concluse, hanno fatto ripiombare la situazione nel caos. Gravi fatti come quelli di oggi non devono esistere più nella nostra città, mi auguro che non ci siano risvolti drammatici e che i responsabili di questo crimine siano presi il prima possibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio in piazza Salotto: intubato il 23enne ferito a colpi di pistola, Pettinari (M5s): "Pescara non è più una città sicura"

IlPescara è in caricamento