rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Tentato omicidio in piazza Salotto, Pecorale chiede di parlare davanti ai giudici

Stamattina l'avvocato Florenzo Coletti depositerà la richiesta formale, ieri l'incontro in carcere: "Inizia a rendersi conto, mi ha detto 'non sono un mostro, ma ho seri problemi'", arrivata intanto dalla Svizzera la documentazione medica ai fini della perizia psichiatrica

Potrebbe essere ascoltato già nei primi giorni della prossima settimana Federico Pecorale, il 29enne chiamato a rispondere di tentato omicidio con l'aggravante dei futili motivi e uso e detenzione illegale di arma da fuoco per aver sparato domenica 10 aprile cinque colpi, quattro dei quali andati a segno, a Yelfry Guzman, il cuoco 23enne di Casa Rustì arrivato in ospedale in condizioni disperate e oggi fortunatamente è fuori pericolo, ma che non sa se potrà tornare a camminare. Come riferisce il legale Florenzo Coletti del ragazzo originario di Montesilvano, ma residente in Svizzera, è stato lui a chiedere di riferire ai giudici per ricostruire i fatti e questa mattina l'avvocato depositerà la richiesta di interrogatorio. E' stato lo stesso Pecorale ieri, nel corso di un lungo colloquio avuto con il legale nel carcere di Ancona dove al momento è detenuto, a chiedere il nuovo interrogatorio dopo quello in cui si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Nel frattempo, fa sapere Coletti, dalla Svizzera è arrivato il fascicolo sanitario completo di Pecorale. Un fascicolo in francese già consegnato al consulente medico che ora dovrà tradurlo e tirare le conclusioni in vista della già annunciata richiesta di perizia psichiatrica. “L'ho trovato abbastanza scosso dalla vicenda – riferisce l'avvocato -. Ha cominciato a rendersi conto di quello che è accaduto ed è seriamente preoccupato per la salute del ragazzo oltre che per quello che lo aspetta”. A lui Coletti ha spiegato anche come viene definito “mostro” e “pazzo”, cosa a cui il giovane ha risposto affermando di non essere un mostro, ammettendo però di avere seri problemi. Il nuovo interrogatorio dovrebbe tenersi ad Ancona ma sul se sarà fatta una delega dal gip o il pm perché ad ascoltarlo sia il magistrato di Ancona al momento non è possibile saperlo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio in piazza Salotto, Pecorale chiede di parlare davanti ai giudici

IlPescara è in caricamento