rotate-mobile
Cronaca

Tasso investito lungo la circonvallazione [FOTO]

La notizia viene da Giancarlo Odoardi, presidente dell'Ecoistituto Abruzzo, che ieri mattina ha scorto la carcassa dell'animale lungo il ciglio della strada mentre stava percorrendo la strada in direzione nord

Tasso investito lungo la circonvallazione. La notizia viene da Giancarlo Odoardi, presidente dell'Ecoistituto Abruzzo, che ieri mattina ha scorto la carcassa dell'animale lungo il ciglio della strada mentre stava percorrendo la strada in direzione nord, all’altezza del cimitero di San Silvestro.

"Ho messo in moto il mio circuito di conoscenze - racconta Odoardi - diverse telefonate ad alcuni biologi e a catena alle riserve naturali e ai parchi: bisognava prelevalo e con sollecitudine infilarlo in un congelatore e poi trovare un tassidermista per imbalsamarlo. Ma quelli delle aree protette ne avevano già diversi da lavorare. Il pomeriggio la carcassa non c’era più. Non mi sono messo a vedere se qualcuno l’avesse spostata al di là del guardrail o semplicemente portata via".

Tasso investito lungo la circonvallazione-2

Odoardi poi fa una riflessione, sottolineando che il tasso è morto "per via dell’assenza di un corridoio ecologico":

"Chissà da dove veniva e chissà dove era diretto, e chissà dov’è finito il resto della compagnia, essendo il tasso un animale che non vive da solo. Come tanti altri animali elusivi continueranno a girarci intorno a nostra insaputa, fin quando le loro e le nostre strade non si incontrano. E quando questa cosa accade sappiamo bene come va a finire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasso investito lungo la circonvallazione [FOTO]

IlPescara è in caricamento