menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari a Pescara, calano le tariffe per privati ed attività commerciali

E' stata presentata ieri dall'assessore Sulpizio la delibera riguardante le nuove tariffe della Tari in città, che ora dovrà essere esaminata ed approvata dal consiglio comunale. Il risparmio medio sarà dell'11%

Un calo medio dell'11% delle tariffe della Tari per i cittadini pescaresi, con risparmi anche per le attività commerciali in base ai metri quadri ed al numero di persone residenti.
Sono state presentate ieri dall'assessore Sulpizio le nuove tariffe della tassa dei rifiuti, la cui delibera ora sarà esaminata ed approvata dal consiglio comunale.

Fondamentale è stata la razionalizzazione dei costi, il miglioramento della gestione della banca dati ed il calcolo delle superfici imponibili, che ha portato ad un risparmio pari a 3,5 milioni di euro per l'ente rispetto al passato.

Famiglie: una persona sola in una casa da 60 mq pagherà il 7,70% in meno; in una da 180 mq invece il 17,67 in meno; una famiglia di quattro persone in una casa da 60 mq risparmia lo 0,96%, in una da 180 il 10,49%. Per una casa di 90 mq, situazione media in città, un abitante paga l' 11% in meno; se ci vive una coppia si va al 7,38; con una famiglia di 4 persone si scende al 4,15 e con nuclei superiori a 6 persone si va all’1,44%.

Attività commerciali ed artigianali: mense, birrerie e hamburgherie avranno un risparmio dell’8,97% in meno; poi bar, caffè e pasticcerie con l’8,64; alberghi senza ristoro 8%; a scendere gli ospedali e case di riposo con il 7% e il 6,73; musei e comunità il 6,78; gli stabilimenti 5,81 e via a scendere.

L'unico aumento sarà imposto alle attività artigianali come botteghe di falegnameria ed idraulico, con un +2,28%.

"Noi abbiamo fatto un lavoro di riallineamento delle date e dei tempi da un lato, bonifica dei database dall’altro, il tutto per non avere le lunghe file del passato agli uffici. Chiaramente ci vorrà ancora del tempo per arrivare ad una gestione degna degli Enti più evoluti, ma siamo in cammino." ha dichiarato il dirigente Guido Dezio, aggiungendo che ora si investirà sugli impianti di raccolta e lavorazione dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, che va potenziata per consentire un ulteriore risparmio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento