menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Targhe alterne, Alessandrini: “Non è un provvedimento tampone”

Il sindaco di Pescara: "Contro lo smog serve un'azione decisa e corale su cui siamo sempre stati tutti d'accordo". Sinistra Ecologia e Libertà: "Un primo passo ma non sufficiente"

“In merito alle polemiche legate alla decisione di istituire le targhe alterne per due soli giorni a settimana dal 12 gennaio, vorrei chiarire che ogni volta che il problema è stato affrontato, sia a livello tecnico che politico, c'è sempre stata unanimità di pensiero circa l'esigenza di provvedimenti strutturali per combattere lo smog di cui da sempre soffre Pescara. Infatti il problema dell'inquinamento che la nostra città vive oggi come molte altre città in Italia non è un problema legato solo all'emergenza polveri sottili, o alle condizioni atmosferiche che non ne consentono l'abbattimento. E' un problema strutturale, legato al traffico che interessa Pescara durante tutto l'anno con una media di 100.000 vetture che quotidianamente la attraversano e che è indispensabile affrontare perché vogliamo consegnare alla comunità una città vivibile e per riuscirci dobbiamo porre la sostenibilità alla base di tutte le scelte”.

Così in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che aggiunge che il Comune è "al lavoro per un Piano Generale del Traffico e una strategia di area vasta legata alla mobilità, dobbiamo puntare alla definizione della questione filovia cercando un mezzo ecologico, sostenibile ed efficiente, dobbiamo affrontare anche l'emergenza con provvedimenti che tengano conto di tutto ciò. Le targhe alterne nascono da questo contesto, lo abbiamo affermato in tutte le riunioni, sia tecniche che politiche che non sarebbero state un provvedimento tampone, ma una scelta strutturale: l'inizio di una politica di sostenibilità che dovrà portare anche ad un cambiamento di abitudini da parte dei cittadini circa la mobilità".

SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA': "UN PRIMO PASSO NON SUFFICIENTE" - Sel ritiene "un primo passo, necessario ma non sufficiente" l’istituzione delle targhe alterne a Pescara. Il partito di Vendola propone anche altre misure: "Per prima cosa, riteniamo un provvedimento utile la creazione di sconti e maggiori esenzioni per chi prende i mezzi pubblici specie durante i giorni di stop al traffico. Bisogna garantire esenzioni per chi possiede macchine poco inquinanti come quelle a Gpl o elettriche".

Nel medio periodo, Sinistra Ecologia Libertà si impegnerà a potenziare il sistema di trasporto urbano integrandolo con strumenti quali il Car Sharing e Pooling, nuove pedonalizzazioni e la messa a sistema delle piste ciclabili della città. "Sul lungo periodo riteniamo indispensabile dotare il centro della città di un polmone verde in grado di depurare l’aria e pensiamo alla riqualificazione dell’Area di Risulta come una splendida occasione per rivitalizzare l’area e contemporaneamente aumentare la qualità dell’aria cittadina".

Inoltre, le stazioni di Porta Nuova e Pescara San Marco "possono essere utilmente utilizzate anche per il traporto Urbano prevedendo magari delle apposite convenzioni fra Tua, Comune di Pescara e Ferrovie dello Stato. Un ultimo impegno è quello relativo ai parcheggi di scambio, oramai non più procrastinabile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento