rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Tangenti al Comune di Pescara: processo d'Appello, chiesta assoluzione per D'Alfonso

Il Procuratore della Corte d'Appello de L'Aquila ha chiesto la conferma dell'assoluzione per D'Alfonso e gli altri imputati nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti al Comune di Pescara

Il procuratore della Corte d'Appello de L'Aquila Picardi, ha chiesto l'assoluzione per Luciano D'Alfonso e per gli altri imputati nel processo per le presunte tangenti al Comune di Pescara.

La richiesta, dunque, è quella di confermare la sentenza di primo grado con cui l'ex sindaco di Pescara ed attuale Presidente della Regione era stato assolto a Pescara dal giudice Di Carlo.

L'unica condanna richiesta, è quella per Gudo Dezio, ex braccio destro di D'Alfonso attuale dirigente al Comune. Per lui il capo d'accusa è tentata concussione.

Gran parte dei reati sono ormai estinti e prescritti. La sentenza dovrebbe arrivare il 30 marzo prossimo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti al Comune di Pescara: processo d'Appello, chiesta assoluzione per D'Alfonso

IlPescara è in caricamento