Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Tagli treni Pescara: Mascia non molla, la replica di Trenitalia

Il sindaco Mascia intende avviare un contatto direttamente con il Ministero dei Trasporti in merito ala vicenda dei tagli dei treni notturni a Pescara, dopo la risposta dell'Ad di Trenitalia Soprano

Il sindaco Mascia intende avviare un contatto direttamente con il Ministero dei Trasporti in merito ala vicenda dei tagli dei treni notturni a Pescara, dopo la risposta dell'Ad di Trenitalia Soprano.

Il 5 gennaio scorso, infatti, il primo cittadino pescarese ha ricevuto la risposta ufficiale protocollata di Trenitalia, dove si spiega sostanzialmente che il taglio deriva da una quantità minore di fondi ricevuti dallo Stato per coprire le perdite di determinate corse notturne, denominate "Servizio Universale", e per questo l'azienda ha deciso di sopprimere la fermata a Pescara in quanto il traffico di passeggeri che generava era esiguo.

 “Ovviamente prendiamo atto della replica dell’Amministratore Soprano che però evidentemente non ci soddisfa e soprattutto non chiude la vicenda. E’ troppo facile razionalizzare un servizio strategico fondamentale, come quello offerto dalle Ferrovie, limitandosi a ‘tagliare’ corse e collegamenti senza uno studio approfondito che, se c’è stato, non abbiamo avuto modo di vedere e oggi i tagli operati sulle ferrovie hanno prodotto solo il rischio di perdita di posti di lavoro e disagi per gli utenti-passeggeri, oltre che danni sull’intero indotto locale" ha aggiunto Mascia che dunque ha già fatto sapere di volersi rivolgere direttamente al Ministero per chiedere di modificare i tagli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli treni Pescara: Mascia non molla, la replica di Trenitalia

IlPescara è in caricamento