menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sushi con ingredienti abruzzesi, Coldiretti presenta il sushi a miglio zero

Lo chef Cruciani del ristorante Casamaki ha ideato un menù con pesce dell'Adriatico e verdure del territorio in tempura

Può il sushi, piatto tipico della cucina giapponese, diventare un prodotto a chilometro 0, preparato solo con ingredienti di qualità del territorio? Secondo Coldiretti, sì. Il risultato è un menù "a miglio zero"creato dallo chef Gianluca Cruciani del ristorante Casamaki, in collaborazione con l'associazione di categoria, Coldiretti Giovani Impresa Pescara e Campagna Amica, che è stato presentato ieri pomeriggio (mercoledì 17 febbraio) nel locale di piazza della Rinascita. 

La prima proposta italiana di sushi "local" comprende tartare, roll e tempura rigorosamente con ingredienti local, preparati in formato global, ossia riso italiano e pesce crudo dell'Adriatico. Il menù, disponibile anche nella carta tradizionale del ristorante, è composto da tartare di gambero rosa, triglia e merluzzo battuti al coltello, roll fatto da triglia in tempura, crema di zucchine, tartare di gambero rosa, sgombro e merluzzo, purea di crauto rosso e campagna in tempura, ossia peperone d'Altino, zucchina, cipolla rossa e crauto. Tutto fornito rigorosamente da aziende agricole abruzzesi. "A parte l'alga, che serve a unire i prodotti - ha spiegato lo chef Cruciani - questo menù è fatto tutto da prodotti abruzzesi". 

"La rete di Campagna Amica - ha spiegato il vicepresidente di Coldiretti Pescara Giovanni D'Alesio - fornirà il pesce freschissimo, le verdure appena raccolta e il riso, di una particolare varietà piemontese". Un modo per catturare il palato anche dei più restii ai sapori orientali, che potranno avvicinarsi a cibi nuovi, senza discostarsi eccessivamente dagli ingredienti abruzzesi e italiani. 

"Obiettivo di questa iniziativa - ha commentato Giuseppe Scorrano, delegato di Coldiretti Giovani Impresa Pescara - è sensibilizzare i consumatori al concetto di stagionalità, che non riguarda solo frutta e verdura". 

Entusiasmo dalla presidente di Coldiretti Pescara, Chiara Ciavolich: "Con Campagna Amica abbiamo portato l'eccellenza vicino al consumatore, cercando di togliere le barriere che facevano lievitare i prezzi. La presenza del chilometro zero è sempre più in vetta commercialmente". 

E un piatto che ha il pesce come ingrediente principale non poteva che essere presentato a Pescara, città dove la tradizione culinaria si basa quasi esclusivamente sul pescato. Settore che ha un grosso peso anche nell'economia regionale, contando circa 12mila tonnellate di pescato marittimo tra i pesci (47%), molluschi (48%) e crostacei (5%) per un valore della produzione di oltre 45 milioni di euro con una produzione guidata da acciughe, vongole, sardine, naselli, seppie, panocchie, triglie e sugarelli. 

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento