rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cepagatti

Colpì la suocera con il mattarello, condannato a tre anni

Tre anni di reclusione e risarcimento dei danni in separato giudizio. Questa la condanna inflitta dal Tribunale di Chieti per lesioni aggravate a un 50enne originario di Cepagatti

Tre anni di reclusione e risarcimento dei danni in separato giudizio. Questa la condanna inflitta ieri dal Tribunale di Chieti per lesioni aggravate a un 50enne originario di Cepagatti.

L’uomo era stato originariamente accusato di tentato omicidio nei confronti della suocera, una donna di 88 anni. I fatti risalgono alla notte del 28 luglio 2013 quando il 50enne, al culmine di una discussione con la suocera, la colpi’ con un mattarello.

La donna venne ricoverata in ospedale a Chieti e il genero arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Il processo si e’ svolto con il rito abbreviato condizionato a una perizia sul mattarello richiesta dall’avvocato Vittorio Supino, difensore dell’uomo. La perizia ha dimostrato che il mattarello era molto leggero, meno di 200 grammi di peso, e che si spezzo’ durante il suo utilizzo.

Elementi, questi, che dovrebbero aver portato alla derubricazione del reato piu’ grave.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpì la suocera con il mattarello, condannato a tre anni

IlPescara è in caricamento