rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Suicida travolto da un treno: l'uomo risiedeva a Pescara

L'uomo, 56enne originario di Città Sant'Angelo ma residente a Pescara, è morto suicida sotto al treno ieri all'alba tra Giulianova e Roseto degli Abruzzi. Il cadavere è stato riconosciuto dalla sorella e da un'amica

Un 56enne originario di Citta' Sant'Angelo, ma residente a Pescara, è morto suicida sotto al treno ieri all'alba tra Giulianova e Roseto degli Abruzzi. L'uomo è stato travolto da un Frecciabianca.

Non e' stato facile dare un'identita' al corpo dilaniato e le conferme che fosse lui sono arrivate solo nella tarda serata di ieri. Per il riconoscimento del cadavere all'ospedale di Giulianova sono intervenute un'amica dell'uomo e la sorella, le uniche capaci, forse, di dare una giustificazione a quel gesto atroce.

L'uomo si è sdraiato sui binari ed e’ stato ucciso alle 6.25 dal Frecciabianca 9806 Pescara-Milano, con circa cento persone a bordo, che era in transito nei pressi delle stazioni tra Giulianova e Roseto.

La circolazione dei treni e’ ripresa su un binario a senso unico alternato alle 7.07. I convogli hanno registrato ritardi di sessanta minuti. Le Fs hanno dato subito le necessarie informazioni al pubblico da Bologna a Bari. Sul posto, per i rilievi, la polfer e l’autorita’ giudiziaria di Teramo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicida travolto da un treno: l'uomo risiedeva a Pescara

IlPescara è in caricamento