rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Stupro in centro, il violentatore era stato in carcere per maltrattamenti in famiglia

Il 61enne senegalese arrestato ieri a Pescara per aver violentato una donna di 40 anni, nei pressi del terminal bus, ha precedenti per violenza in famiglia. Era uscito di prigione lo scorso aprile. E' stato bloccato dai viaggiatori

Il senegalese di 61 anni arrestato ieri dalla Polizia per violenza sessuale ai danni di una 40enne residente nel pescarese, avvenuta nei pressi della stazione ferroviaria e del terminal bus nel primo pomeriggio, era stato in carcere a Pescara dal marzo 2016 all'aprile scorso dopo essere stato condannato per violenza e maltrattamenti in famiglia, risalenti al 2014.

L'uomo, che in passato era stato fermato anche per il furto di un'auto, vive in Italia dagli anni '90 con un permesso per motivi familiari, avendo una compagna italiana e due figlie.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 14. L'uomo è stato notato mentre abusava della donna: alcuni viaggiatori hanno allertato la polizia e hanno bloccato il senegalese, poi arrestato dagli agenti della Squadra Mobile e Squadra Volante.

Su disposizione del pm di turno Rosangela Di Stefano, il 61enne è stato trasferito nella casa circondariale San Donato. L'uomo ha dei precedenti per violenza in famiglia e si stava separando dalla moglie italiana; molto probabilmente oggi sarà ascoltato dai magistrati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro in centro, il violentatore era stato in carcere per maltrattamenti in famiglia

IlPescara è in caricamento