Studente pescarese aggredito a Milano

Il giovane universitario è stato coinvolto in una colluttazione con un molestatore in preda ai fumi dell'alcol che minacciava i passanti

Brutta avventura per uno studente universitario di Pescara che l'altra sera a Milano è stato aggredito con un coltello da uno straniero in evidente stato di alterazione dovuta a problemi di alcolismo.
Il ragazzo, che preferisce restare anonimo, stava passeggiando in compagnia della fidanzata e di alcuni amici provenienti dall'Abruzzo.

La comitiva, giunta in via Vittor Pisani all'angolo con via Tunisia, si è imbattuta in un individuo dall'atteggiamento minaccioso che sbraitava contro i passanti e pronunciava frasi prive di senso logico. L'unica ragazza del gruppo veniva molestata pesantemente e intimorita con una bottiglia pronta per essere scagliata. A difesa dei cinque ragazzi è intervenuto un'altro giovane alla guida di un pony express.

È stato in quel momento che l'extracomunitario ha perso la testa, iniziando una violenta colluttazione. Miracolosamente i vetri della bottiglia si sono frantumati sul casco di protezione senza causare ferite. Una volta caduto a terra, l'aggressore è stato placcato per qualche istante dai coraggiosi pescaresi, ma dopo essersi dimenato è riuscito a liberarsi e a puntare lo studente.

Nel parapiglia ha rischiato di essere colpito all'addome da un coltello che l'ubriaco ha estratto dalla tasca. Oltre al corpo contundente, l'assalitore ha iniziato a lanciare alcuni bulloni di ferro  e i cocci di vetro all'indirizzo della folla radunata a debita distanza. Il pronto intervento di quattro pattuglie della polizia ha evitato il peggio.

«È stata un'esperienza terrificante», racconta lo studente dell'ateneo milanese, «e ho avuto davvero paura per me, per la mia ragazza e per i miei amici. In certe situazioni non è facile cavarsela restando incolumi. Sono stati minuti interminabili e solo quando ho sentito il suono delle volanti mi sono tranquillizzato. Purtroppo gli episodi di violenza nelle grandi città sono sempre più frequenti. Senza voler generalizzare, va riconosciuto che la presenza di troppi irregolari balordi è alla base di questi episodi che non vanno tollerati». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aeroporto d'Abruzzo diventa hub nazionale: sì all'allungamento della pista

  • Montesilvano, donna colpita alla testa da una pietra: la ricostruzione dei fatti

  • Incidente frontale nel Pescarese, ferita gravemente una ragazza

  • Francesco Totti a Pescara, la Rete impazzisce per il Capitano [FOTO]

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

  • Pescara, Spaccio di droga al "Ferro di Cavallo": arrestate dieci persone

Torna su
IlPescara è in caricamento