Cronaca

Spoltore, trasferimento scuola media Alighieri: genitori protestano per i ritardi

Il Comitato dei Genitori degli alunni della scuola media Alighieri di Spoltore ci ha inviato la lettera inviata agli amministratori competenti riguardante i ritardi nel trasferimento degli alunni nella sede di via Passolanciano a Pescara

Con la presente lettera il  Comitato Genitori di Spoltore (CO.GE.)   intende  sensibilizzare  le amministrazioni  locali, a tutti i livelli per le rispettive competenze e responsabilità sui notevoli ritardi che si stanno accumulando nel trasferire i circa 300 alunni dell’Istituto Dante Alighieri nei locali della Provincia di Via Passolanciano per dare  il via libera ai lavori di ristrutturazione del plesso di Via Montesecco.

Ricordiamo che il trasferimento degli alunni preclude l’inizio dei lavori di ristrutturazione che la stessa amministrazione comunale, nella persona dell’ Architetto Cerritelli responsabile del Settore Tecnico, aveva indicato al 1° febbraio, ovvero entro circa 30 gg dall’assegnazione definitiva dei lavori alla ditta appaltatrice, avvenuta il 23/12/2014. Un periodo di tempo che sembrava inderogabile, come inderogabile sembrerebbe la consegna del lavoro ultimato al 31/12/2015. E’ veramente così? A questo punto non sappiamo se quanto ci è stato comunicato in una pubblica assemblea corrisponda al vero.

Alla luce di quanto sopra il CO.GE.  vuole  trasferire la propria preoccupazione per il protrarsi dei ritardi, ritardi che potrebbero compromettere l’intera operazione di ristrutturazione della scuola di Via Montesecco se, come sembrerebbe dalla regolamentazione del provvedimento d’assegnazione dei fondi statali,  la ditta appaltatrice non riuscisse a completare i lavori entro il 31/12/2015.

In una simile sciagurata ipotesi il danno per i cittadini di Spoltore sarebbe gravissimo ed irreversibile, visto che già da quest’anno la popolazione scolastica dell’istituto secondario di 1° grado Dante Alighieri risulta fortemente ridotta, il clima di sfiducia scaturita anche in considerazione degli ulteriori ritardi protratti nell’organizzazione del trasferimento temporaneo degli alunni  della Scuola dell’infanzia e Primaria di Santa Teresa per il tempo necessario all’esecuzione dei lavori di adeguamento sismico nei locali individuati come sede C.O.C. per il nostro Comune.  

E così un’operazione nata per garantire scuole più sicure si trasformerebbe in una disgrazia per l’intera comunità spoltorese che si troverà costretta a rivolgersi altrove per assicurare un’adeguata istruzione ai propri figli.

Purtroppo in questa operazione i ritardi sono una costante.

Delibera del CIPE datata 30/06/2014 pubblicizzata con grande enfasi su quotidiani locali vedi articolo su “Il Centro d’Abruzzo” del 29/7/2014;
Comunicazione Ministeriale datata 16/09/2014;
Gara d’appalto indetta per il 19/12/2104;
Inizio lavori previsto 1/02/2015 e siamo già al 3 marzo

Di tre mesi in tre mesi il tempo sta diventando il nostro peggior nemico e non perché abbia accelerato il proprio ritmo, ma solo ed esclusivamente per un’organizzazione complessiva non all’altezza della situazione.

Chiediamo pertanto un “cortese” aggiornamento sui tempi di trasferimento dei NOSTRI figli ed una rassicurazione sui tempi di inizio e fine lavoro della NOSTRA scuola.

Un grazie anticipato dal CO.GE. di Spoltore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, trasferimento scuola media Alighieri: genitori protestano per i ritardi

IlPescara è in caricamento