menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spoltore, raggirano e tentano di rubare l'auto ad un anziano disabile: arrestati

Hanno tentato di rubare l'auto di un anziano disabile dopo avergli rubato le chiavi con uno stratagemma, ma sono stati fermati dai carabinieri. In manette due giovani agenti commerciali foggiani

AGGIORNAMENTO In data 1/12/16 il Tribunale di Pescara ha assolto per non aver commesso il fatto Andrea Pio Magrone

Due pregiudicati foggiani, Luca PELLECCHIA, 18 anni appena compiuti, e Andrea Pio MAGRONE, 23 anni, sono stati arresati dai carabinieri a Spoltore con l'accusa di furto in abitazione in concorso e tentato furto di autovettura .

I due ragazzi, giovani procacciatori d'affari per conto di una compagnia di servizi, hanno suonato alla porta dell'abitazione di un anziano disabile a Villa Raspa di Spoltore.

Con una scusa, sono riusciti ad entrare in casa e a distarre la vittima ma non hanno fatto i conti con un carabiniere libero dal servizio, residente nel palazzo che ha notato i ragazzi mentre insistevano nella conversazione con l'anziano.

Il militare ha chiamato il 112 attendendo i rinforzi senza dare nell'occhio. I giovani, dopo aver rubato la chiave della vettura dell'uomo poggiata su un mobile, si sono dati alla fuga e quando sono arrivati al parcheggio hanno tentato di entrare nell'auto. Qui però sono intervenuti i militari e nonostante il tentativo di liberarsi delle chiavi sono stati fermati ed arrestati.

L’arresto è l’occasione per sensibilizzare le persone, in particolare quelle più vulnerabili, ad aprire con particolare attenzione a sconosciuti, e nel dubbio non farlo affatto specie se si è soli. Le truffe “porta a porta” o fatte con telefonate di finti avvocati o appartenenti alle forze di polizia che chiedono soldi per sistemare incidenti, oltre al danno economico, colpiscono profondamente l’autostima della vittima, ferendola così due volte.
Solo con una intensa attività di informazione e sensibilizzazione, condotta in collaborazione con le cittadinanza, tali odiosi reati possono essere arginati efficacemente."
ha dichiarato il comandante della compagnia di Pescara capitano Scarponi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento