rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Spoltore

Spoltore, abusi sessuali su minori: condannato don Vito Cantò

L'ex parroco di Villa Raspa è stato condannato questa mattina dal Tribunale di Pescara con rito abbreviato a 3 anni ed 8 mesi di reclusione per aver abusato sessualmente di un ragazzino

Don Vito Cantò ha abusato sessualmente di un minorenne quando era parroco a Villa Raspa di Spoltore. E' quanto stabilito dal Tribunale di Pescara che oggi, con rito abbreviato, ha condannato l'ex parroco a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Il Pm aveva chiesto 3 anni.

Il religioso è anche interdetto dai pubblici uffici per 5 anni, mentre il risarcimento sarà valutato in sede civile, con una provvisionale di 30 mila euro per la vittima, e 10 mila euro a testa per la madre e sorella del ragazzo. Gli abusi risalgono al periodo fra il 2011 e 2012. Nel 2013 Don Vito fu sospeso dal Vescovo Valentinetti lasciando poi la parrocchia e la guida degli scout Agesci di Villa Raspa.

DON VITO CANTO' CONDANNATO DALLA CHIESA

Il processo caninico si concluse con il divieto perpetuo di svolgere attività con minorenni ed altre pene accessorie oltre a 5 anni di vita monacale. Il suo avvocato si rivolse alla Cassazione per evitare il processo penale, partito nel 2016, ma la Corte definì inammissibile il ricorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, abusi sessuali su minori: condannato don Vito Cantò

IlPescara è in caricamento