menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiagge ed ombrelloni, i balneatori bloccano i prezzi ed offrono sconti

Dopo le proteste per i lavori sulla riviera, ora i balneatori pensano all'inizio della stagione ormai alle porte. Per combattere crisi e caro vita, quasi tutti i gestori hanno bloccato i prezzi ed offrono promozioni interessanti

Dopo le proteste e dibattiti riguardanti i lavori di realizzazione della pista ciclabile sulla riviera, che hanno scatenato dichiarazioni ed appelli da parte dei balneatori a causa della riduzione dei parcheggi, ora si pensa alla stagione estiva ormai imminente.

I balneatori sono fiduciosi riguardo l'estate, confidando in una serie di fattori che potrebbero rendere la stagione particolarmente positiva, e quindi dare respiro almeno in parte alla crisi economica che ha colpito anche Pescara e l'Abruzzo.

Sul fronte dei prezzi, praticamente unanime la decisione di lasciare i prezzi uguali a quelli dello scorso anno, tranne alcune eccezioni per coloro che aderiscono a Confesercenti, che hanno deciso un lieve aumento per essere in linea con i dati dell'Istat.

Per un pacchetto completo per l'intera stagione, in prima fila, si spenderanno circa 550/600 euro, esattamente come nel 2008. Prezzi convenienti, considerando il paragone con le spiagge di Rimini, dove il costo parte dagli 800 euro per arrivare ai 1200 per lo stesso servizio.

Ma non è tutto, perchè molti balneatori hanno deciso di fare sconti e promozioni per chi intende rimanere in spiaggia mezza giornata: si può arrivare a pagare 10 euro per poltrona, lettino e sdraio se si resta nello stabilimento per 4/5 ore.

Tutti confidano quindi in un affollamento delle spiagge e stabilimenti non solo da parte dei pescaresi, ma anche degli aquilani presenti in città, oltre ai turisti e delegati che arriveranno per i Giochi del Mediterraneo.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento