rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Castellamare / Via Vincenzo Gioberti

Spari sui passanti lungo la Strada Parco: difficili le indagini

Proseguono senza sosta le indagini ed i rilievi della Polizia di Pescara in merito ai colpi sparati sui passanti lungo la Strada Parco nella notte fra venerdì e sabato. Il bancario 45enne sospettato continua a negare le accuse

Continua a negare le accuse il 45enne bancario sospettato di essere il responsabile dei colpi sparati verso i passanti lungo la Strada Parco nella notte fra venerdì e sabato.

La Polizia prosegue le indagini ed i rilievi, e sta esaminando attentamente le numerose armi sequestrate nell'abitazione dell'uomo, dove pare siano stati trovati anche dei certificati medici che dimostrano la sua precaria salute mentale.

Tutte le armi a disposizione dell'uomo non erano da sparo, e dunque sarà difficile dimostrare scientificamente che i pallini che hanno raggiunto i tre feriti sono partiti da uno dei suoi fucili, nonostante i rilievi balistici abbiano dimostrato che le traiettorie sarebbero compatibili con il suo balcone.

I pallini sparati con fucili ad aria, infatti, non lasciano tracce di polvere da sparo e dunque lo "stub" sarebbe impossibile da realizzare. Le uniche novità potrebbero arrivare dal pallino conficcato nel cranio del cinese rimasto gravemente ferito, ma per ora l'uomo non sarà operato per la rimozione del proiettile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari sui passanti lungo la Strada Parco: difficili le indagini

IlPescara è in caricamento