rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Spaccio di droga nella villa comunale a Chieti: in manette anche il "fornitore" residente a Pescara

L'operazione della squadra mobile teatina ha portato all'arresto di cinque persone per un giro di spaccio di stupefacenti all'interno

È residente a Pescara uno degli arrestati nell'operazione condotta dalla squadra mobile di Chieti che ha portato all'esecuzione di cinque misure cautelari a carico di altrettanti soggetti fra cui padre e figlio di 27 anni. Il gruppo gestiva un'attività di spaccio nella villa comunale e comunque in generale sulla piazza teatina, con hashish, marijuana e cocaina che venivano venduti agli acquirenti. Il soggetto residente a Pescara sarebbe il fornitore di nazionalità albanese di 38 anni che attualmente si trova ai domiciliari, mentre gli altri arrestati come riporta Chieti Today sono padre e figlio residenti a Chieti e noti alle forze dell'ordine.Iil primo destinatario di obbligo di dimora e il secondo della custodia cautelare in carcere.

Quest’ultimo era stato arrestato in flagranza a marzo, nel suo domicilio a Chieti Scalo. La rete di distribuzione veniva alimentata soprattutto da un cittadino bulgari, socio del duo, che vendeva le dosi soprattutto a giovanissimi che si recavano nel suo "quartier generale" all'interno della villa comunale di Chieti: ora si trova ai domiciliari.  Stessa misura anche per un altro pusher, un cinquantenne teatino, noto alle forze dell'ordine, specializzato nel rifornimento di hashish e cocaina soprattutto nel fine settimana da vendere nel centro storico. Le indagini della squadra mobile sono partite nel 2020.

spaccio chieti 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga nella villa comunale a Chieti: in manette anche il "fornitore" residente a Pescara

IlPescara è in caricamento