menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio e traffico di droga lungo la costa abruzzese: i dettagli dell'operazione "Rubino"

Sgominata una banda criminale che operava lungo tutta la costa abruzzese controllando spaccio e traffico di stupefacenti

Numeri importanti quelli riguardanti l'operazione della Polizia di Chieti denominata "Rubino" e coordinata dalla Direzione Distrtturale Antimafia dell'Aquila. Sono infatti 25 le persone arrestate in flagranza di reato e 57 gli indagati, per sequestri di stupefacente avvenuti anche fuori Regione. Le persone arrestate erano veri e propri "nuclei" criminali distaccati del clan di albanesi che aveva come base il capoluogo teatino, fra Pescara e Teramo per controllare lo spaccio ed il traffico di stupefacenti su tutta la costa abruzzese ed anche episodicamente fuori i confini abruzzesi.

Sequestri 300 kg. di marijuana del tipo “orange” (una delle migliori qualità), 90 kg. di hashish, 1 kg. di cocaina, stupefacente che sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato circa 5/6 milioni di euro, 20mila euro in contanti provento dell’attività di spaccio e traffico di armi e munizioni.

Gli agenti della Squadra Mobile di Chieti sono riusciti ad intervenire tempestivamente quando uno degli affiliati intendeva risolvere una controversia in modo violento utilizzando una pistola ed un fucile a canne mozze. Inoltre la banda commetteva anche reati come rapine e furti per procurarsi il denaro per saldare le partite di stupefacente acquistate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento