rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Spaccio e reati contro il patrimonio, due pescaresi finiscono in carcere

Particolarmente uno dei due era controllato con attenzione dai carabinieri in quanto, nei mesi scorsi, si era reso responsabile di vari episodi di spaccio a Rancitelli

Due pescaresi, uno di 25 e l'altro di 54 anni, sono stati rintracciati dai carabinieri di Pescara poiché su entrambi, già noti alle forze dell’ordine, pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

Particolarmente il 54enne era controllato con attenzione dai militari dell'Arma in quanto, nei mesi scorsi, si era reso responsabile di vari episodi di spaccio a Rancitelli. Gli uomini in divisa, dopo averlo pedinato e osservato, hanno ricostruito il suo giro di spaccio partendo da quelli che erano i clienti abituali, e hanno quindi potuto dimostrare che la sua unica attività di sostentamento era, appunto, la cessione di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e reati contro il patrimonio, due pescaresi finiscono in carcere

IlPescara è in caricamento