Solidarietà, servono 100mila euro per far camminare Federico

Il giovane è rimasto immobilizzato in un incidente stradale avvenuto lo scorso agosto a Pescara. Oggi è ricoverato a Milano, ma l'unica speranza è un delicato intervento chirurgico in una clinica privata di Zurigo. Per la causa è stata messa all'asta la maglia di Ferrario della Virtus Lanciano

Federico Cetrullo

C’è una nuova gara di solidarietà che chiama a raccolta l’Abruzzo intero: l’obiettivo sono 100mila euro per restituire ad un ragazzo la libertà di continuare a vivere. È quella per Federico Cetrullo, 22 anni, residente a Pescara, che all’alba dello scorso 25 agosto è rimasto vittima di un brutto incidente stradale mentre era impegnato a consegnare il pane.

Nello scontro fra il mini-van guidato dal giovane e un’auto rimasero ferite tre persone, due per fortuna in maniera non grave. Federico, però, ha riportato una grave lesione spinale che lo ha immobilizzato.

E oggi il papà Germano chiede aiuto per una raccolta fondi che potrebbe consentire al ragazzo di tornare a camminare con le sue gambe. “Dopo l’incidente – racconta – Federico è stato operato d’urgenza, ma il suo corpo non ha risposto adeguatamente alle cure. I sanitari non hanno compreso da subito la gravità delle sue condizioni e ne è nato un peregrinare tra vari ospedali: le speranze di rivederlo in piedi si stanno asciugando”.

L’estate scorsa nel giro di pochi minuti la vita di un giovane pieno di vita si è ribaltata. Negli ultimi mesi Federico ha perso 20 chilogrammi “e ogni giorno che passa – allerta il padre – peggiora sempre di più”. Attualmente il ragazzo, che ha già subito tre interventi chirurgici, è ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano.

L’unica speranza è un delicato intervento che potrebbe restituirgli l’uso delle gambe, praticato in due cliniche di Zurigo, in Svizzera. “Ovviamente – si sfoga Germano Cetrullo – queste strutture aprono le porte solo con una cifra per me irraggiungibile: 100mila euro. Non avrei mai pensato di percorrere questa strada, ma ora, da padre, non posso fare diversamente”.

Per questo Germano si appella al grande cuore dei tanti che nei mesi scorsi hanno dato prova di quanto l’Abruzzo sia una regione generosa, organizzando eventi, raccolte fondi, lotterie, cene di beneficenza, per le cause di Lorenzo Costantini e la piccola Iaia di Roccaraso.

“Le spese sostenute – garantisce il papà di Federico – saranno tutte documentate e pubblicate”. Chiunque volesse donare qualunque cifra per Federico può versare sul codice Iban, intestato a Federico Cetrullo, IT06B0760105138246276446279, indicando nella causale “Donazione Federico Cetrullo”. 

Il primo passo di solidarietà l'ha compiuto Alessio Colaiocco, che ha messo all'asta su Facebook la maglia di Stefano Ferrario, difensore della Virtus Lanciano. Le offerte possono essere inviate direttamente sul social network e la cifra più alta sarà consegnata al padre di Federico. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, auto travolge famiglia di tre persone sul lungomare nord

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Sanità, al via le assunzioni nelle Asl abruzzesi: a Pescara 299 posti

  • Jova Beach Party a Montesilvano, arriva il contributo economico della Regione Abruzzo

  • Quattro ristoranti di Pescara e provincia nella Guida Slow Food 2020, ecco quali

  • Spoltore, insospettabile beccato a spacciare dalla polizia: arrestato - FOTO -

Torna su
IlPescara è in caricamento